Violenta la sua ex, arrestato un 38enne a Quartu

violenta-la-sua-ex,-arrestato-un-38enne-a-quartu

QUARTUCCIU. Non sopportava che la ex convivente avesse una nuova storia sentimentale, la attira in casa con un pretesto e la costringe con la forza a un rapporto sessuale. Protagonista un senegalese di 38 anni, magazziniere con regolare permesso di soggiorno residente da molti anni in Sardegna, arrestato dai carabinieri per violenza sessuale. L’aggressione è avvenuta ieri pomeriggio 30 dicembre nell’abitazione dell’uomo che – secondo quanto emerso finora nelle indagini dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compgnia di Quartu, diretti dal tenente Giovanni Russo – avrebbe attirato con un pretesto la sua ex compagna, una 36enne cagliaritana con la quale aveva avuto due bambini. Sullo sfondo, probabilmente, il sospetto di una nuova relazione avviata dalla donna che avrebbe spinto l’ex compagno a chiedere un incontro chiarificatore. Ma una volta in casa sarebbe iniziato per la donna un autentico incubo. L’uomo avrebbe proposto all’ex compagna di avere un rapporto sessuale, ma davanti a un netto rifiuto sarebbe passato alle vie di fatto costringendo la donna a sottostare alle sue richieste. Durante il rapporto strappato con la forza, però, la vittima ha subito una forte crisi respiratoria (soffre di asma) tant’è che veniva richiesto dallo stesso ex convivente l’intervento del 118. Prontamente soccorsa e trasportata al Policlinico universitario di Monserrato, la donna ha riferito ai sanitari dell’avvenuta violenza sessuale e da qui partiva la segnalazione alla centrale operativa della Compagnia carabinieri di Quartu che ha inviato un equipaggio della Radiomobile.

Le indagini condotte dai carabinieri, avviate a seguito della denuncia sporta dalla vittima, hanno consentito ai militari di rintracciare immediatamente l’ex convivente e raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei suoi confronti. Nella tarda nottata è stato arrestato per violenza sessuale aggravata e condotto, su disposizione del sostituto procuratore di turno nella Procura del tribunale di Cagliari, al carcere circondariale di Uta, in attesa di essere interrogato dal Gip per la convalida del provvedimento. La vittima, invece, è stata dimessa nel corso della notte.