via-libera-all’ecocentro-per-le-borgate

Via libera all’ecocentro per le borgate

ALGHERO. Rilancio del territorio e nuovo ecocentro tra gli argomenti discussi nell’ultimo consiglio comunale. Votato all’unanimità un ordine del giorno che sostiene il sindaco Mario Conoci nelle azioni rivolte a cogliere ogni opportunità utile al rilancio del territorio del Nord Ovest della Sardegna, includendo gli indirizzi strategici indicati, di volta in volta discussi e approvati dal consiglio comunale che devono riguardare, in via prioritaria, le infrastrutture necessarie allo sviluppo come i trasporti, la transizione verde ed ecologica, l’identità turistica e culturale, la valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico e artistico, la transizione digitale. È ritenuto necessario, inoltre, il coinvolgimento di tutti i rappresentanti istituzionali del territorio, delle associazioni di categoria, delle forze sociali, dell’Università, al fine di progettare un indirizzo chiaro, forte e unitario.

«La pandemia e la crisi sanitaria hanno provocato mutamenti importanti che necessitano un profondo aggiornamento sotto tanti aspetti – evidenzia il documento – sia della vita sociale che economica. La Sardegna, ed in particolare il territorio del Nord Ovest, non può e non deve perdere l’opportunità di un recupero e del rilancio dell’intera area, partendo dalla definizione delle priorità utili al raggiungimento degli obiettivi». Sempre nel consiglio comunale di lunedì è stato approvata la variante urbanistica per il nuovo ecocentro che sorgerà a Santa Maria La Palma. Un progetto da 133 mila euro al servizio delle borgate algheresi. La procedura presentata dall’assessore all’urbanistica Emiliano Piras prevede ora l’avvio delle procedure per la realizzazione dell’opera pubblica, previa verifica di coerenza da parte della Regione, che renderà efficace a tutti gli effetti la variante urbanistica. Il nuovo centro, in terzo della città, denominato “Ecocentro 3”, nasce in un area di oltre 4mila mq, vicino al campo sportivo, che il Comune di Alghero acquistò dalla Regione con deliberazione del Consiglio Comunale del 11 luglio 2018 al prezzo figurativo di 1 euro. (n.n.)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *