val-di-fassa-(trentino),-precipita-col-parapendio:-morto-turista-tedesco.-nella-zona-tre-incidenti-in-un-giorno

Val di Fassa (Trentino), precipita col parapendio: morto turista tedesco. Nella zona tre incidenti in un giorno

Val di Fassa (Trentino), precipita col parapendio: morto turista tedesco. Nella zona tre incidenti in un giorno

Val di Fassa (Trentino), precipita col parapendio: morto turista tedesco. Nella zona tre incidenti in un giorno (foto Ansa)

Un pilota di parapendio residente in Germania ha perso la vita nel primo pomeriggio di oggi, martedì 13 settembre, durante un volo sul Col Rodella, in Val di Fassa (Trentino).

La prima ricostruzione

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 14.15 da parte di un gruppo di persone presenti sul posto.

Il pilota tedesco, in seguito alla caduta, risultava incosciente e in arresto cardiaco. Dopo aver tempestivamente allertato i soccorsi, i presenti hanno iniziato le manovre di rianimazione cardiopolmonare, aiutati anche dal dispositivo per la defibrillazione presente proprio presso il vicino arrivo della funivia Col Rodella, a circa 2380 metri di quota.

L’equipe medica, sbarcata in hovering dall’elicottero – precisa il Soccorso alpino del Trentino – ha proseguito le manovre rianimatorie, invano.

Dopo la constatazione del decesso e l’autorizzazione alla rimozione della salma, il corpo è stato elitrasportato in piazzola a Canazei ed affidato alla locale stazione dei Vigili del Fuoco.

Nella zona tre incidenti in un giorno

L’evento mortale di questo pomeriggio è solo uno dei tre incidenti con il parapendio occorsi nella giornata oggi sul Col Rodella. Stamattina, attorno alle 10.50, il Numero Unico per le Emergenze 112 è stato allertato da un pilota francese che aveva assistito alla caduta non controllata di una vela a quota 2200 metri. Raggiunto dall’elisoccorso, il paziente è stato stabilizzato e trasportato all’ospedale di Cavalese per possibili politraumi.

Verso le 16.45, invece, un’altra chiamata al 112 segnalava un pilota precipitato nei pressi del decollo nord, fra i paravalanghe posti a circa 2300 metri di quota. Ad intervenire, essendo entrambi i mezzi di elisoccorso impegnati in altri interventi, un elicottero di Aiut Alpin Dolomites.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.