up-&-down-gp-abu-dhabi-2022

Up & Down GP Abu Dhabi 2022

Come direbbe l’indimenticato Riccardo Garrone ”E anche questo Mondiale se lo semo levati dalle palle!”. Il GP Abbbu Dhabbbi di Mazzoniana memoria ha chiuso ancora una volta le danze, con un weekend ricco di saluti, pianti e sorrisi. Asciughiamoci l’ultima lacrimuccia per l’addio definitivo di due grandi nomi della F1 e tuffiamoci alla scoperta del meglio e, stavolta, del meno nostalgico possibile materiale raccolto nel commovente fine settimana di Yas Marina.

Apriamo la puntata con l’importante messaggio veicolato dai piloti in una delle tante foto tributo al buon Sebbb. Con la scusa di imitare la celebre esultanza col ditino alla Vettel, infatti, i protagonisti del Circus hanno anche voluto ricordare che novembre è il mese della prevenzione maschile, suggerendo a tutti di farsi fare un controllino dall’andrologo. Tra i più sorridenti in foto c’è come sempre Ocon, al quale l’iniziativa aveva appena fatto venire in mente un suo connazionale dal passato illustre in F1. ALAIN PROST(ATA)

F1 2022, GP Abu Dhabi: ricordatevi della prevenzione F1 2022, GP Abu Dhabi: ricordatevi della prevenzione

TOP

Sebastian Vettel
: complice il Mondiale che aveva ormai ben poco da dire, il quattro volte iridato è stato il grande protagonista del weekend. Straordinarie le dimostrazioni di affetto che ha ricevuto da tutto il paddock, ricambiate dal Sebbb ormai convinto ecologista con l’organizzazione di una manifestazione in pista. Sulla scia delle recenti proteste con ambientalisti seduti in mezzo al Raccordo Anulare a bloccare il traffico, sabato il tedesco ha portato mezzo Circus a interrompere le attività delle serie collaterali sul circuito di Yas Marina, sostando sul rettilineo del traguardo a mani alzate in segno di non violenza. L’iniziativa è stata poi interrotta da Stefano Domenicali, che ha ricordato quanto sganciano gli emiri per ospitare il gippì su quella schifezza di pista, scandalizzando Vettel che strabuzzando gli occhi gli ha urlato: ”HOW DARE YOU?!?”. GRETTEL THUMBERG

F1 2022, GP Abu Dhabi: la protesta ecologista del Sebbb F1 2022, GP Abu Dhabi: la protesta ecologista del Sebbb

PILLOLE DI UP

Max Verstappen
: altro weekend in scioltezza per MV Megusta, ideale per chiudere una stagione da record con il 15esimo successo facendo persino finta di interessarsi alla battaglia di Perez per il secondo posto. L’unico inconveniente è avvenuto nel paddock, quando ha scambiato un emiro per la fidanzata Kelly Piquet, anche lei di bianco vestita, percorrendo alcuni metri con lui mano nella mano. Ad accorgersi dello scambio di persona è stata proprio la figlia del sempre pacato Nelson, che ha redarguito Max ricordandogli come da quelle parti le manifestazioni di affetto tra persone dello stesso sesso non siano viste benissimo e lasciandolo da solo la sera a cena. DUE DI PIQUET

F1 2022, GP Abu Dhabi: Kelly sgrida MV F1 2022, GP Abu Dhabi: Kelly sgrida MV

Charles Leclerc: eddai eddai eddai, alla fine quel secondo posto che ”ma va’ non conta nulla” e poi però tutti disperatamente vogliono se lo è accaparrato meritatamente Sciarl. Ottima prestazione in quel di Yas Marina, sorprendentemente supportato da una strategia intelligente da parte del muretto Ferrari. In realtà, a indirizzare Leclerc verso la sosta unica era stato il sempre poco rancoroso Verstappen, il quale sotto sotto ci godeva a vedere Perez finire terzo e nella foto di gruppo prima del gippì ha rivelato che il messicano si sarebbe fermato due volte, intimando a Leclerc di non dirlo a nessuno. LO VUOI SAPEREZ UN SEGRETO SU PEREZ?

F1 2022, GP Abu Dhabi: la soffiata di MV a Sciarl F1 2022, GP Abu Dhabi: la soffiata di MV a Sciarl

Daniel Ricciardo: il Sofficino Australiano saluta la stagione con un weekend in cui raccoglie risultati positivi. Da un lato, un buon nono posto in pista, dall’altro un insperato accordo con la Red Bull come terzo pilota, ottenuto grazie a una clamorosa protesta effettuata venerdì, quando si è inerpicato sul tetto di una struttura del paddock di Yas Marina, minacciando di buttarsi di sotto se qualcuno non gli avesse trovato un posto per il 2023. È intervenuto Chris Horner, che in nome dei bei tempi passati ha così deciso di offrire una seconda occasione al figliol prodigo, il quale lo ha ringraziato ritrovando subito il suo sorrisone marchio di fabbrica. CHRIS, MIO SALVATHORNER!

F1 2022, GP Abu Dhabi: la clamorosa protesta del Sofficino Australiano F1 2022, GP Abu Dhabi: la clamorosa protesta del Sofficino Australiano

VEDI ANCHE

FLOP

Nicholas Latifi
: nel suo sermone ambientalistico, Vettel lo ha indicato tra le fonti di inutile inquinamento che la F1 fa bene a tagliare. Latifi è rimasto molto colpito dalle parole del Sebbb, decidendo di disputare la gara cercando di consumare meno benzina possibile, tanto ultimo per ultimo… si spiega così il goffo tamponamento subìto per mano del povero Schumacher, con il tedesco che si è persino preso una penalità. L’ultimo gran premio del canadese si è poi concluso con un mesto ritiro, triste finale di un’esperienza nel Circus che lo ha reso un idolo del web per la sua innata capacità di fare sempre schifo, tanto che la Marvel sta pensando di dedicargli un film come per ogni supereroe che si rispetti. GOATIFI FOREVER

F1 2022, GP Abu Dhabi: due grandi che lasciano F1 2022, GP Abu Dhabi: due grandi che lasciano

I PREMI DI U&D

PREMIO ‘BIEN’

Fernando Alonso
: la stagione da contrappasso per lo Sciamano di Oviedo si chiude con l’ennesimo piazzamento a punti andato in fumo per un problema di affidabilità. Dopo il ritiro Nando è comunque rientrato nel box tra due ali di folla, impartendo la sua consueta bienizzazione a tutto lo staff dell’Alpine. Il 2023 sarà un anno cruciale per capire se ha ancora i suoi terribili poteri: riuscirà a imporre una serie di delusioni continue al suo ex team e all’odiato Ocon o soccomberà assieme al fin qui deludente progetto della famiglia Stroll? ALBIEN vs ASTROLL MARTIN, SCONTRO FINALE

F1 2022, GP Abu Dhabi: Nando bienizza la folla F1 2022, GP Abu Dhabi: Nando bienizza la folla

PREMIO ‘MAINAJOLYON’

Lewis Hamilton
: anche per il tamarro più veloce al mondo l’ultimo gippì è stato lo specchio di una stagione avara di soddisfazioni che ha portato a una serie di effetti collaterali. Luigino, infatti, non si era mai trovato ad affrontare tutti assieme dei grossi grattacapi come una vettura piena di problemi, strategie sbagliate, una stagione senza vittorie e un compagno di squadra che lo batte in classifica generale. Per questo, ad Abbbu Dhabbbi è stato visto spesso smanettare al cellulare, cercando su Google le risposte ai suoi tormenti. Siamo riusciti a dare un’occhiata alla sua cronologia, trovando i seguenti quesiti: ”Auto nuova, meglio Mercedes o Audi?”, ”Cosa significa undercut”, ”Malattia mancanza di vittorie”, ”Barrichello chi era”. La ricerca più recente è anche quella che meglio di tutte spiega la disperazione del sette volte iridato. TIFOSI FERRARI COME SOPRAVVIVONO

F1 2022, GP Abu Dhabi: Luis cerca risposte su Google F1 2022, GP Abu Dhabi: Luis cerca risposte su Google

LO SAPEVATE?

Prima che la Haas annunciasse l’ingaggio di Nico Hulkenberg, la famiglia Magnussen ha provato in tutti i modi a far mettere sotto contratto il fratellino di Kevin, che sorprendentemente ha un nome italianissimo, Luca. La giovanissima età del fanciullino, sommata a un ancor scarsa conoscenza di una monoposto tanto da dover ricevere suggerimenti per capire come ci si siede dentro, hanno fatto tramontare il progetto. Nella foto qui sotto, sullo sfondo (cliccandoci sopra potete ingrandirla), noterete anche un pensieroso Zvonimir Boban che si sta chiedendo come sia potuto finire ad Abbbu Dhabbbi invece che in Qatar, sede dei mondiali di calcio. GENTE CONFUSHAAS

F1 2022, GP Abu Dhabi: gente confushaas F1 2022, GP Abu Dhabi: gente confushaas

SALUTI FINALI

Si chiude così la decima stagione di questa rubrica (stiamo diventando come Beautiful…). Quest’anno, a causa del caro bollette, non si terrà il nostro consueto party di fine anno. Questa è la scusa ufficiale, in realtà sarò meritatamente in vacanza a godermi gli incassi dei munifici sponsor che intasano le pagine con banner alle volte un po’ troppo aggressivi (chiedo venia, non è una cosa che dipende direttamente da me!). Se siete come Russell nel meme qui sotto, potremo tenerci compagnia e passare i mesi di attesa assieme attraverso i profili social di Up&Down su Facebook e Instagram. Grazie del numeroso seguito e al prossimo anno!

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di U&D? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di U&D! La trovi cliccando qui -> U&D – Il meglio e il peggio della Formula 1E se ancora non ti basta, ora puoi seguire i U&D anche su Instagram, cliccando qui -> TopFlopF1


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.