un-anno-in-attesa-di-un-allaccio-idrico

Un anno in attesa di un allaccio idrico

ALGHERO. Doveva essere un semplice allaccio, invece si è trasformato in un incubo con il disagio di vivere senz’acqua. La protagonista è Maria Meloni, algherese, che vive e lavora in Lombardia e periodicamente torna ad Alghero dove possiede un appartamento.

La vicenda è cominciata nel giugno dello scorso anno con una “normale” richiesta di allaccio : «Dopo diversi solleciti, il tecnico Abbanoa è venuto a settembre per un sopralluogo» racconta la signora. Da qui in poi si crea un po’ di confusione tra “lavori semplici” e “lavori complessi”. In un primo momento dagli uffici Abbanoa hanno risposto che la signora avrebbe dovuto effettuare “lavori complessi” con scavo stradale. «Ho precisato subito che nel mio caso non si trattava di una cosa complessa, perché la linea arriva direttamente vicino al muro esterno della mia abitazione» spiega lei. Si arriva al 17 giugno 2021, data in cui Abbanoa invia l’autorizzazione per l’esecuzione dei lavori semplici ( lavori che non richiedono taglio stradale con manomissione del suolo pubblico). Inoltre Abbanoa, nella lettera, chiede un preavviso di sette giorni per poter inviare un proprio tecnico. Tutto sembra risolto, Maria Meloni invia tramite Pec il preavviso in modo da poter trovare l’acqua a finalmente allacciata al suo arrivo il 7 luglio. Ma il 6 luglio, mentre era in viaggio, il giorno prima dei lavori previsti, riceve una mail da Abbanoa dove le viene comunicato che i lavori sono ridiventati complessi. «Una vicenda assurda – dice – perciò subito dopo lo sbarco a Porto Torres mi sono recata con le bambine negli uffici Abbanoa e ho detto che non sarei andata via senza una soluzione. Hanno telefonato alla Polizia perché non volevo andare via. Gli agenti sono stati comprensivi e, dopo un colloquio con qualche dirigente Abbanoa, mi hanno detto che i lavori erano in effetti “semplici” e che sarebbe arrivato un tecnico per l’allaccio del contatore. Sono passati altri due giorni e non si è ancora visto nessuno. Sono disperata – aggiunge – sono a casa con due bambine piccole, senz’acqua». Dagli uffici Abbanoa per ora hanno risposto che a breve invieranno un tecnico.(n.n.)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *