uccise-i-genitori-ergastolo-per-benno-neumair-la-sorella,-condanna-non-mi-li-restituira.-fine-di-un-capitolo-doloroso-–-agenpress

Uccise i genitori. Ergastolo per Benno Neumair. La sorella, condanna non mi li restituirà. Fine di un capitolo doloroso – Agenpress

AgenPress –  Benno Neumair, il 31enne bolzanino che il 4 gennaio 2021 uccise i genitori, Peter Neumair 63 anni e Laura Perselli 68 anni, entrambi insegnanti in pensione, per poi gettarne i corpi nell’Adige, è stato condannato all’ergastolo.

La corte ha accolto in toto le richieste dell’accusa, condannando Benno all’ergastolo sia per l’omicidio del padre, Peter Neumair, che per quello della madre, Laura Perselli. Per il reato di soppressione di cadavere, cioè per avere gettato i corpi dei genitori uccisi nelle acque dell’Adige, Benno Neumair è stato condannato a 3 anni di reclusione. La pena finale è quindi ergastolo con un anno di isolamento diurno e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

“Questa non è una vittoria. Non è un traguardo. È la fine di un capitolo che è stato molto doloroso, in quest’ultimo anno e forse se qualcuno mi avesse detto prima quanto doloro sarebbe stato forse avrei pensato di non farcela”, ha commentato Madè Neumair, la sorella di Benno.

“Oggi abbiamo finito la giornata, speriamo che ci possa dare un po’ di pace. Poi non è che questa pena o le motivazioni che leggeremo ci ridaranno la mamma e il papà. Però forse ci darà un po’ di pace per quanto si possa avere pace dopo questo sconvolgimento”, ha proseguito Madè Naumair. “Penso che la giuria abbia deciso quello che in questo momento è sembrato giusto. Penso che sia giusto. Non so se lo perdonerò è una domanda così difficile che non ci sto pensando. Non sto pensando a lui in questo momento ma alla mamma e al papà”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.