tunisia,-positivo-al-covid-il-premier:-era-atteso-a-roma-a-inizio-luglio

Tunisia, positivo al covid il premier: era atteso a Roma a inizio luglio

25 giugno 2021 | 20.35

LETTURA: 2 minuti

alternate text

Il primo ministro tunisino Hichem Mechichi è rimasto contagiato dal covid-19. Lo ha annunciato la presidenza del governo, secondo quanto scrivono i siti tunisini. Tutti gli incontri e gli appuntamenti saranno rinviati fino alla guarigione di Mechichi, che continuerà a lavorare a distanza.

I collaboratori del premier saranno sottoposti a test per il covid. Mechichi si sottoporrà ad un secondo test entro la settimana prossima. Secondo quanto scriveva il sito d’informazione tunisino ‘Leaders’, Mechichi era atteso a Roma all’inizio di luglio per una visita ufficiale.

Mechichi, la cui visita in Italia era inizialmente prevista a dicembre, sarebbe dovuto arrivare a Roma per una missione “molto attesa” e incentrata sul proseguimento del confronto sulla “migrazione illegale” e per discutere degli “aiuti italiani alla Tunisia e, più in generale, della cooperazione bilaterale”. E sarebbe avvenuta a pochi giorni da quella del presidente tunisino, Kais Said, che a metà giugno era stato ricevuto da Sergio Mattarella e dal premier Mario Draghi. Una missione, quella di Saied, che secondo la presidenza tunisina aveva come obiettivo “discutere le modalità per sviluppare meccanismi di cooperazione e partenariato bilaterale in diversi settori”.

Nel corso dell’incontro al Quirinale, Mattarella aveva ribadito “la grande amicizia e il partenariato di primaria importanza” tra i due Paesi. “Abbiamo in comune i valori della democrazia, la vicinanza geografica, la storia comune”, aveva detto ancora Mattarella. Anche il Presidente tunisino aveva messo in risalto gli “storici e profondi legami” tra Italia e Tunisia, che “distano poche decine di chilometri e hanno una storia comune”.

Erano stati quindi ricordati i rapporti economici, con numerosi imprenditori tunisini operanti in Italia in diversi settori di grande rilevanza e le cui attività riscuotono grande riconoscimento, e gli importanti legami culturali. I rapporti commerciali tra Italia e Tunisia sono ottimi: sulla base dei dati dell’Istituto Nazionale di Statistica tunisino, il nostro Paese è il secondo partner commerciale tra i Paesi dell’Unione Europea e il primo fornitore del Paese nordafricano con una quota di mercato del 15% circa nel 2020. La Tunisia, inoltre, è il quinto mercato di destinazione delle esportazioni italiane nell’area Mena nel 2020, il secondo in Nord Africa.

Tag

Vedi anche

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *