trova-un-assegno-di-4-milioni-smarrito-da-haribo-e-lo-restituisce:-“premiato”-con-6-pacchetti-di-caramelle

Trova un assegno di 4 milioni smarrito da Haribo e lo restituisce: “premiato” con 6 pacchetti di caramelle

Trova un assegno di 4 milioni smarrito da Haribo e lo restituisce: “premiato” con 6 pacchetti di caramelle

Vista la cifra iperbolica l’uomo ha contattato subito l’azienda dolciaria che gli ha chiesto la cortesia di inviare la foto e distruggere subito dopo l’assegno. 

Quando ha trovato un assegno da più di 4 milioni e mezzo di euro per terra ha pensato subito di riportarlo al legittimo proprietario, l’azienda produttrice di caramelle Haribo. Ciò che è successo dopo il bel gesto però l’ha lasciato un po’ deluso.

Protagonista di questa vicenda un 38enne tedesco, Anouar G., che ha avvistato il prezioso pezzo di carta mentre aspettava l’arrivo del treno.

Vista la cifra iperbolica l’uomo ha contattato subito l’azienda dolciaria che gli ha chiesto la cortesia di inviare la foto e distruggere subito dopo l’assegno.

Poi è arrivato a casa il “lauto premio” assicuratogli per quello che ha fatto: sei pacchetti di caramelle. Anouar ha riferito ai media locali di essere rimasto un po’ deluso dalla ricompensa mentre Haribo ha dichiarato che comunque nessuno avrebbe potuto riscattare l’assegno in quanto intestato all’azienda e che il pacchetto premio è lo standard che viene inviato solitamente per i ringraziamenti.

Insomma, all’uomo non resta che “affogare la sua delusione” con una scorpacciata di zuccheri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Un deposito votivo mai visto, con oltre 24 statue in bronzo, cinque delle quali alte quasi un metro. La più grande scoperta dai Bronzi di Riace

Il ritrovamento in Toscana, a San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, di un deposito votivo mai visto tra le acque di un’antica vasca romana, ha sconvolto il mondo dell’archeologia.

Un tesoro unico, che riscriverà la storia, composta da 24 statue in bronzo di raffinatissima fattura (cinque delle quali alte quasi un metro), da una incredibile quantità di iscrizioni in etrusco e in latino e da migliaia di monete antiche. Il tutto in perfetto stato di conservazione.

A dare la notizia è stata l’ANSA, che ha in anteprima intervistato l’archeologo Jacopo Tabolli, il giovane docente dell’Università per Stranieri di Siena, che dal 2019 guida il progetto. Il nuovo ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha già visitato il laboratorio e si è congratulato con Tabolli e la sua squadra.

 “La scoperta più importante dai Bronzi di Riace e certamente uno dei ritrovamenti di bronzi più significativi mai fatti nella storia del Mediterraneo antico”, commenta sempre ad ad ANSA il dg musei del MiC Massimo Osanna, che ha appena approvato l’acquisto del palazzo cinquecentesco che ospiterà nel borgo di San Casciano le meraviglie restituite dal Bagno Grande, un museo al quale si aggiungerà in futuro un vero e proprio parco archeologico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.