tirrenia-lascia-la-sardegna,-la-regione-attacca-il-governo:-“colpa-del-ministero”

“È intollerabile la situazione di stallo determinata dall’inerzia del Ministero dei Trasporti sugli adempimenti per la definizione del nuovo bando della continuità marittima, come anche della mancata proroga del servizio a Tirrenia che oggi ha annunciato il blocco di alcuni collegamenti da e per la Sardegna. La Regione – rispettando con rigore il proprio ruolo nella vicenda – ha sollecitato con forza in tutte le sedi la conclusione degli adempimenti per il nuovo bando rimanendo inascoltata”.

È quanto sottolinea l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde, in merito alla lettera della compagnia che finora ha garantito i collegamenti tra la Sardegna e la Penisola previsti dal bando, pur in assenza di una nuova convenzione e di una proroga.


“Anche di recente abbiamo sollecitato, attraverso ulteriori interlocuzioni, una tempestiva azione del Ministero – la cui competenza e l’impulso per la definizione del bando è esclusiva – per la risoluzione del problema e per capire a che punto sia la nuova gara, ma non abbiamo avuto nessuna risposta chiara ed esaustiva”, afferma Todde.

“Ciò che però è scandaloso in questa vicenda – nella quale sono esclusive, chiare ed evidenti le responsabilità politiche del Ministero – è il colpevole silenzio nelle scorse settimane di chi oggi strepita all’indirizzo sbagliato accusando la Regione. Ci saremmo aspettati che questa determinazione e ogni legittima rivendicazione fossero rivolte ai veri responsabili, quali Governo e Ministero, che ledono in maniera grave il diritto alla mobilità dei sardi”, conclude l’esponente della Giunta Solinas