tanti-servizi-per-l’estate,-cabras-vuole-piu-turisti

Tanti servizi per l’estate, Cabras vuole più turisti

CABRAS. Un molo galleggiante ‘stagionale’, ovvero montabile e smontabile con l’inizio e la fine della stagione estiva, che sorgerà a Mare Morto e sarà accessibile a tutti, anche ai disabili. Sarà questa la novità per il 2021 nell’ambito dei servizi alla nautica offerti dal Comune di Cabras, in collaborazione con l’Area Marina Protetta Penisola del Sinis-Isola di Mal di Ventre. Il progetto è stato ufficializzato nel corso di un incontro pubblico tenutosi ieri pomeriggio nei locali del centro polivalente di Cabras, cui hanno preso parte il sindaco Andrea Abis, il direttore dell’AMP Massimo Marras e il capitano della Capitaneria di porto di Oristano, Matteo Gragnani. «Il molo porta a compimento una pluralità di esigenza del territorio – ha dichiarato Abis – a livello operativo offre per la prima volta un punto di approdo all’interno del litorale, ottimizzando la fruibilità del mare. Inoltre risulta funzionale allo svolgimento di svariate attività da parte di Enti e di privati, potenziando i servizi turistici e agendo di conseguenza sulla promozione del territorio». Come spiegato da Marras, «il molo sarà lungo 48 metri, e per accedervi ci sarà una passerella a terra. I lavori per la realizzazione sono già in corso». Un ‘sollevatore a bandiera’ consentirà poi di sollevare i disabili dal molo e di porli all’interno delle barche in piena sicurezza. «Tutto questo è stato possibile grazie ad un finanziamento del ministero dell’Ambiente – ha spiegato il sindaco – con il progetto diamo risposta alle richieste da parte di diverse associazioni che si dedicano al mondo della disabilità e dello sport e che manifestano l’esigenza di dare vita a scuole e corsi per attività come vela, canoa, kayak, SUP, attualmente assenti nel territorio del Comune di Cabras». Prevista anche l’installazione di un punto vendita su struttura mobile, per la somministrazione di cibi e bevande, e la presenza di un mezzo nautico con all’interno un addetto alla sicurezza, che sarà a disposizione degli utenti dopo uno specifico percorso formativo. Quest’ultimo avrà la patente nautica, sarà dotato di certificazione per il salvamento a mare e saprà utilizzare il defibrillatore, di cui l’area sarà dotata. «Il presidio – spiega Marras – sarà attivo dalle 7 del mattino a mezzanotte, a partire dal 15 giugno fino al 15 settembre». In futuro saranno installati anche i servizi igienici. Le tariffe resteranno invariate: «Non ci sarà alcun incremento rispetto a quelle già stabilite lo scorso anno, già ridotte del 22% rispetto al 2019. – sottolinea il sindaco – Il nostro è un intervento sperimentale». A completare il progetto su Mare Morto saranno l’impianto di videosorveglianza.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *