sciopero-14-settembre:-infermieri,-oss-e-professionisti-sanitari-in-piazza-per-manifestare.

Sciopero 14 settembre: Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari in piazza per manifestare.

Sciopero 14 settembre: Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari in piazza per manifestare. Ricco programma di incontri e presìdi, ecco i perchè di uno sciopero ritenuto inevitabile.

Sciopero Generale proclamato dal FIALS per il giorno 14 settembre 2022 nella USL Toscana Nord Ovest, nella USL Toscana Centro e nella Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi. Importante è aderire allo sciopero per il grande significato che assume. Ci saranno manifestazioni in tutte le USL ed è importante parteciparvi.

Per la Zona Livornese per rappresentare le criticità della sanità di tutta la Provincia ci sarà un incontro alle ore 11.00 presso il Comune di Livorno con le Forze Politiche e i candidati al Parlamento che vorranno incontrarci.

Vogliamo rimettere al centro della attenzione delle Istituzioni e delle Forze Politiche la difesa vera senza mistificazioni e ipocrisie del Servizio Sanitario Pubblico, del diritto alla Salute dei cittadini, dei diritti dei lavoratori della sanità.

Vogliamo garantire organici rapportati ai carichi di lavoro, adeguate misure e assetti organizzativi per operare in sicurezza.

Vogliamo la rimozione del blocco delle assunzioni voluto dalla Giunta Regionale Toscana, dalle Direzioni Aziendali e condiviso da CGIL CISL UIL.

Vogliamo modificare la politica sanitaria della Giunta Regionale Toscana che ha dimostrato una incapacità di programmare e gestire la sanità regionale. I Direttori Generali sono stati tutti confermati nonostante l’evidente fallimento della loro azione.

Vogliamo cambiare la Legge Regionale n. 84/2015 che con la creazione delle grandi USL ha devastato la sanità pubblica ed ha incrementato la devoluzione dei servizi sanitari verso il settore privato.

Vogliamo una programmazione ed una gestione dei servizi sanitari che ponga al centro i diritti dei cittadini e dei lavoratori senza alcuna deroga. Vogliamo un piano straordinario di assunzioni perchè il personale è la risorsa più importante del Servizio Sanitario Regionale in funzione dei livelli di assistenza da assicurare ai cittadini.

Nella USL Toscana Nord Ovest la sanità pubblica è destinata ad un inesorabile declino.

I progetti “faraonici”, inattuabili ed inutili come ad es.la costruzione del Nuovo Ospedale di Livorno nell’area Pirelli (pronto nel 2029 in base alla dichiarazioni del Direttore Generale) sono diversivi per nascondere i reali problemi; in Livorno non è stata realizzata nessuna Casa della Salute, i Distretti sono chiusi al sabato per carenza di personale, nel Presidio Ospedaliero di Livorno e in quelli della Provincia è stata attuata una progressiva riduzione di posti letto e di servizi (vedi la chiusura del Punto Nascita a Piombino) le ferie arretrate ammontano per tutta la USL ad oltre 59 milioni euro.

La Direzione della USL Toscana Nord Ovest racconta una situazione “fantastica” ma non reale di una Azienda che ha ‘attuato servizi innovativi e reclutato un grande numero di operatori.

I fatti descrivono una situazione ben diversa: i servizi sono stati ridotti ed il personale nel saldo tra uscite ed entrate è diminuito. La USL Toscana Nord Ovest, inoltre, si sta impegnando molto per limitare lo sciopero; ha comandato infatti un numero di operatori in vari servizi superiore a quelli odinariamente presenti.

Non ci fermeremo, non ci fermeranno.

Il Segretario Regionale FIALS

Dr. Massimo Ferrucci.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.