scabbia:-tutto-quello-che-devi-sapere-su-questa-patologia.

Scabbia: tutto quello che devi sapere su questa Patologia.

La Scabbia è una infestazione della pelle causata da un acaro noto come Sarcoptes scabiei. Precauzioni, diagnosi e cura.

Se non trattati questi acari microscopici possono vivere sulla tua pelle per mesi. Si riproducono sulla superficie e poi vi si insinuano e depongono le uova. Ciò provoca la formazione di una eruzione cutanea pruriginosa, con annessa flogosi.

Ci sono circa 130 milioni di casi di scabbia nel mondo. Sebbene sia una condizione altamente contagiosa che può essere facilmente trasmessa da una persona all’altra attraverso il contatto diretto con la pelle, la scabbia non è una malattia a trasmissione sessuale.

L’infestazione da acari può essere trasmessa anche attraverso indumenti o lettiere infestati (raramente attraverso il contatto intimo).

Trattamento.

Sebbene la scabbia possa essere fastidiosa, di solito può essere eliminata in modo efficace.

Il trattamento consiste spesso in farmaci che uccidono gli acari della scabbia e le loro uova. Poiché la scabbia è così contagiosa, i medici di solito raccomandano il trattamento ad un intero gruppo familiare o di amici che sono in frequente contatto con una persona che ha la scabbia.

Riconoscere i morsi della scabbia e la caratteristica eruzione cutanea rossa può aiutarti a trovare il trattamento più velocemente.

Sintomi della scabbia.

Dopo l’esposizione iniziale alla scabbia, possono essere necessarie fino a sei settimane prima che compaiano i sintomi. I sintomi di solito si sviluppano più rapidamente nelle persone che hanno avuto la scabbia prima.

I sintomi caratteristici della scabbia includono un’eruzione cutanea e un intenso prurito che peggiora di notte. Il continuo graffio della zona infetta può creare piaghe che si infettano. In questo caso, può essere raccomandato un trattamento aggiuntivo con antibiotici per l’infezione della pelle.

I siti comuni per la scabbia nei bambini più grandi e negli adulti includono:

  • polso;
  • gomito;
  • ascella;
  • capezzolo;
  • pene;
  • vita;
  • natiche;
  • area tra le dita.

La scabbia nei neonati e nei bambini piccoli e, talvolta, negli anziani o negli immunocompromessi, può includere:

  • testa;
  • viso;
  • collo;
  • mani;
  • piante dei piedi.

L’eruzione cutanea stessa può consistere in piccoli morsi, orticaria, protuberanze sotto la pelle o protuberanze simili a brufoli. A volte si possono vedere le tracce della tana dell’acaro sulla pelle. Possono apparire come piccole linee in rilievo o scolorite.

Quali sono le cause della scabbia?

La scabbia è il risultato di un’infestazione di minuscoli acari a otto zampe. Questi insetti sono così piccoli che non puoi vederli sulla tua pelle, ma puoi certamente vedere i loro effetti.

Gli acari si insinueranno nello strato superiore della tua pelle per vivere e nutrirsi. Gli acari femminili depongono le uova. La tua pelle reagirà agli acari e ai loro rifiuti e svilupperai un’eruzione cutanea rossa e pruriginosa.

Questi acari sono facilmente trasmessi tra le persone. Il contatto diretto pelle a pelle è il modo più comune per condividere l’infestazione. Gli acari possono essere diffusi anche attraverso infestati:

  • mobili;
  • abiti;
  • biancheria da letto.

Le strutture in cui le persone vivono a stretto contatto tra loro spesso vedono facilmente le infestazioni diffondersi. Questi possono includere case di cura o strutture di assistenza estesa.

Trattamento della scabbia.

Il trattamento per la scabbia di solito comporta l’eliminazione dell’infestazione con unguenti, creme e lozioni da prescrizione che possono essere applicati direttamente sulla pelle. Sono disponibili anche farmaci orali.

Il tuo medico probabilmente ti istruirà ad applicare il medicinale di notte quando gli acari sono più attivi. Potrebbe essere necessario trattare tutta la pelle dal collo in giù. Il medicinale può essere lavato via la mattina seguente.

Assicurati di seguire molto attentamente le istruzioni del tuo medico. Potrebbe essere necessario ripetere il trattamento topico in sette giorni.

Alcuni farmaci comuni usati per trattare la scabbia includono:

  • crema di permetrina al 5%;
  • 25 percento di lozione benzil benzoato;
  • unguento allo zolfo al 10%;
  • crema di crotamitone al 10%;
  • 1% di lozione al lindano.

Il medico può anche prescrivere farmaci aggiuntivi per alleviare alcuni dei fastidiosi sintomi associati alla scabbia. Questi farmaci includono:

antistaminici, come Benadryl (difenidramina) o lozione pramoxina per aiutare a controllare il prurito
antibiotici per uccidere tutte le infezioni che si sviluppano a seguito di graffi continui sulla pelle
creme steroidee per alleviare gonfiore e prurito
Può essere necessario un trattamento più aggressivo per la scabbia grave o diffusa.

Una compressa orale chiamata ivermectina (Stromectol) può essere somministrata a persone che:

  • non vedo un miglioramento dei sintomi dopo il trattamento iniziale;
  • hanno la scabbia in crosta;
  • ha la scabbia che copre la maggior parte del corpo.

Inoltre ci segnalano il principio attivo bisbutilcarboetilene, nome farmaco PAf, che è in commercio dal 1945 con ottimi risultati sia dal punto di vista di efficacia che di vendita.

Lo zolfo è un ingrediente utilizzato in diversi trattamenti per la scabbia su prescrizione. Puoi anche acquistare lo zolfo da banco e usarlo come sapone, unguento, shampoo o liquido per trattare la scabbia.

È importante notare, tuttavia, che nessun trattamento da banco per la scabbia è stato approvato dalla Food and Drug Administration.

Durante la prima settimana di trattamento, può sembrare che i sintomi stiano peggiorando.

Tuttavia, dopo la prima settimana, noterai meno prurito e dovresti essere completamente guarito entro la quarta settimana di trattamento.

La pelle che non è guarita entro un mese può ancora essere infestata da acari della scabbia. È importante ricordare che il “prurito post-scabbia” può durare fino a un mese.

Contatta subito il tuo medico se scopri che i sintomi continuano dopo quattro settimane di trattamento.

Trattamento naturale della scabbia.

Alcuni trattamenti tradizionali per la scabbia possono causare effetti collaterali indesiderati, come una sensazione di bruciore sulla pelle, arrossamento, gonfiore e persino intorpidimento o formicolio. Sebbene questi siano in genere temporanei, potrebbero essere scomodi.

I trattamenti naturali comuni per la scabbia includono:

Olio dell’albero del tè.

Piccoli studi dimostrano che l’olio dell’albero del tè può trattare la scabbia, alleviando anche il prurito e aiutando ad eliminare l’eruzione cutanea. Tuttavia, non funzionerà bene sugli acari che sono scavati nella tua pelle.

Aloe Vera.

Questo gel è noto per la sua capacità di alleviare l’irritazione e il bruciore della pelle, ma un piccolo studio ha scoperto che l’aloe vera ha avuto lo stesso successo di un trattamento su prescrizione nel trattamento della scabbia. Assicurati solo di acquistare aloe vera pura, non un prodotto a base di aloe vera.

Crema di capsaicina.

Anche se non ucciderà gli acari, le creme a base di capsaicina di peperoni di Cayenna possono alleviare il dolore e il prurito desensibilizzando la pelle ai fastidiosi morsi e insetti.

Oli essenziali.

L’olio di chiodi di garofano è un killer naturale di insetti, quindi è ragionevole che gli acari possano morire in sua presenza. Altri oli essenziali, tra cui lavanda, citronella e noce moscata, potrebbero avere qualche beneficio nel trattamento della scabbia.

Saponi.

I componenti attivi della corteccia, delle foglie e dei semi dell’albero del neem possono uccidere gli acari che causano la scabbia. Saponi, creme e oli prodotti con l’estratto dell’albero possono aiutare a sferrare il colpo fatale agli acari.

I rimedi casalinghi per la scabbia mostrano una certa promessa sia per alleviare i sintomi di un’infestazione che per uccidere gli acari che causano i sintomi fastidiosi. Scopri di più su questi trattamenti naturali per la scabbia in modo da poter decidere se uno è giusto per te.

La scabbia è contagiosa?

La scabbia è contagiosa. Può essere diffuso nei seguenti modi:

contatto pelle a pelle prolungato, come tenersi per mano
intimo contatto personale, come avere rapporti sessuali
condivisione di indumenti, lenzuola o asciugamani che sono stati usati da qualcuno con un’infezione da scabbia
Poiché la scabbia viene trasmessa principalmente attraverso il contatto fisico diretto, l’infestazione può essere facilmente trasmessa a familiari, amici e partner sessuali.

L’infestazione può diffondersi rapidamente anche in:

  • scuole;
  • case di cura;
  • strutture di riabilitazione;
  • spogliatoi sportivi;
  • prigioni.

Tipi di scabbia.

C’è solo un tipo di acaro che causa un’infestazione da scabbia. Questo acaro si chiama Sarcoptes scabiei. Tuttavia, questi acari possono causare diversi tipi di infestazioni.

Scabbia tipica.

Questa infestazione è la più comune. Provoca un’eruzione cutanea pruriginosa su mani, polsi e altri punti comuni. Tuttavia, non infesta il cuoio capelluto o il viso.

Scabbia nodulare.

Questo tipo di scabbia può svilupparsi come protuberanze o noduli pruriginosi, sollevati, specialmente nelle aree genitali, nelle ascelle o nell’inguine.

Scabbia norvegese.

Alcune persone con la scabbia possono sviluppare un’altra forma di scabbia nota come scabbia norvegese o scabbia crostosa. Questo è un tipo di scabbia più grave ed estremamente contagioso. Le persone con scabbia in crosta sviluppano spesse croste di pelle che contengono migliaia di acari e uova.

La scabbia in crosta può anche apparire:

  • di spessore grigio;
  • facile da sbriciolare al tatto

La scabbia in crosta di solito si sviluppa nelle persone con un sistema immunitario indebolito. Ciò include persone con HIV o AIDS, persone che usano steroidi o determinati farmaci (come alcuni per l’artrite reumatoide) o persone che sono sottoposte a chemioterapia.

Gli acari della scabbia possono sopraffare il sistema immunitario più facilmente e moltiplicarsi a un ritmo più rapido. La scabbia in crosta si diffonde allo stesso modo della scabbia normale.

Prevenzione della scabbia.

Il modo migliore per prevenire la scabbia è evitare il contatto diretto pelle a pelle con una persona nota per avere la scabbia. È anche meglio evitare indumenti o biancheria da letto non lavati che sono stati usati da una persona infestata da scabbia.

Gli acari della scabbia possono vivere da tre a quattro giorni dopo essere caduti dal corpo, quindi ti consigliamo di prendere alcune precauzioni per prevenire un’altra infestazione.

Assicurati di lavare tutti i seguenti elementi in acqua calda che raggiunga i 50 ° C (122 ° F):

  • capi di abbigliamento;
  • biancheria da letto;
  • asciugamani;
  • cuscini.

Questi articoli dovrebbero quindi essere asciugati nell’asciugatrice a fuoco molto alto per almeno 10-30 minuti.

Tutto ciò che non può essere lavato deve essere accuratamente aspirato. Quando hai finito di passare l’aspirapolvere, getta il sacchetto dell’aspirapolvere e pulisci accuratamente l’aspirapolvere con candeggina e acqua calda.

La candeggina e l’acqua calda possono essere utilizzate anche per pulire altre superfici che potrebbero contenere acari della scabbia.

Chi può contrarre la scabbia?

Chiunque può contrarre la scabbia. Gli acari non fanno distinzione tra sesso, razze, classi sociali o livelli di reddito. Inoltre, contrarre gli acari non ha nulla a che fare con il tuo livello di igiene personale o con la frequenza con cui fai il bagno e la doccia. La pelle è pelle di un acaro che cerca un posto dove scavare.

Anche le persone che vivono in ambienti vicini e affollati, come i dormitori dei college, potrebbero avere maggiori probabilità di contrarre la scabbia. Questo perché l’infestazione è molto contagiosa e può essere condivisa attraverso superfici infestate, come i mobili.

Il fattore contagioso è anche il motivo per cui i bambini piccoli e i bambini piccoli possono essere più suscettibili alla scabbia. Lo stretto contatto in un asilo nido è un modo rapido per diffondere l’infestazione.

Gli anziani hanno maggiori probabilità di sviluppare scabbia crostosa o norvegese, così come le persone che hanno una condizione che indebolisce il loro sistema immunitario.

Diagnosi di scabbia.

Il tuo medico sarà probabilmente in grado di diagnosticare la scabbia semplicemente eseguendo un esame fisico e ispezionando l’area interessata della pelle. In alcuni casi, il medico potrebbe voler confermare la diagnosi rimuovendo un acaro dalla pelle con un ago.

Se un acaro non può essere trovato facilmente, il medico raschierà via una piccola sezione di pelle per ottenere un campione di tessuto. Questo campione verrà quindi esaminato al microscopio per confermare la presenza di acari della scabbia o delle loro uova.

Un test dell’inchiostro della scabbia (o Burrow Ink Test) può aiutare a individuare i percorsi scavati nella pelle creati dagli acari. Per eseguire questo test, il medico può far cadere l’inchiostro da una penna stilografica su un’area della pelle che sembra essere infestata. Quindi asciugano l’inchiostro.

Qualsiasi inchiostro caduto nelle gallerie scavate rimarrà e sarà evidente ad occhio nudo. Questa è una buona indicazione che hai un’infestazione.

Scabbia e cimici dei letti.

La scabbia e le cimici dei letti si nutrono del corpo umano. Uno lo fa dall’esterno del corpo (cimici dei letti), mentre l’altro lo fa dall’interno (scabbia).

La scabbia è acari microscopici che si insinuano nella tua pelle per vivere e deporre le uova.

Anche le cimici dei letti sono minuscole, ma puoi vederle senza un’apposita attrezzatura di visione. Escono di notte, mentre dormi, per nutrirsi del tuo sangue. Quindi si affrettano verso il tuo materasso, la testiera o altri mobili morbidi vicini e si nascondono.

Un’eruzione cutanea da cimici è in genere proprio intorno al morso. Potrebbe sembrare rosso e macchiato. Potresti anche notare un po ‘di sangue. La scabbia appare spesso più diffusa e produce protuberanze squamose o grumose.

È possibile curare le cimici dei letti e la scabbia, ma entrambi richiederanno probabilmente il trattamento di altre persone in casa, così come l’ambiente circostante. Le cimici dei letti sono particolarmente resistenti e difficili da uccidere. Potrebbe essere necessario chiamare un disinfestatore professionista.

La scabbia, d’altra parte, non vive a lungo senza il contatto umano. Il trattamento, per il tuo corpo e la tua casa, in genere ha successo.

Quanto vive la scabbia?

Gli acari della scabbia possono vivere su una persona fino a due mesi. Fonte attendibile Una volta che sono fuori da una persona, tuttavia, gli acari in genere muoiono entro tre o quattro giorni.

Se stai curando la scabbia, puoi aspettarti che il prurito e il bruciore causati dall’eruzione cutanea dureranno per diverse settimane dopo l’inizio del trattamento. Questo perché le uova e i rifiuti di acari sono ancora nella tua pelle, anche se gli acari sono morti.

Fino a quando la tua pelle non crescerà di nuovi strati, potresti ancora avere un’eruzione cutanea e un’irritazione.

Sitografia:

  • Everything You Need to Know About ScabiesLINK;
  • Archivio AssoCareNews.itLINK.

Leggi anche:

Scabbia: riconoscerla, gestirla, trattarla.

L’articolo Scabbia: tutto quello che devi sapere su questa Patologia. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *