«sanita,-un-incontro-e-una-protesta-di-piazza»

«Sanità, un incontro e una protesta di piazza»

OLBIA. Giuseppe Meloni, consigliere regionale del Pd, chiede subito un incontro sulla disastrosa situazione della sanità gallurese. E Roberto Li Gioi, consigliere regionale del M5S. propone una manifestazione di piazza. Dopo la conferenza socio sanitaria dell’altro ieri e “l’assenza ingiustificata di Regione e Ats” arrivano le durissime critiche. Ma anche le proposte.

«Sono pronto a collaborare per superare l’emergenza sanitaria in Gallura – attacca Meloni -, ma basta guerre di potere in maggioranza e campagne elettorali sulla pelle dei cittadini. È necessario un incontro “pubblico”, concreto e proficuo, da tenersi immediatamente in Gallura alla presenza di tutti, senza esclusioni determinate dalle differenti appartenenze politiche». Il riferimento è alla riunione di una settimana fa a Cagliari «alla quale oltre ai commissari straordinari di Ats e Assl di Olbia sono stati invitati solo gli esponenti galluresi, consiglieri assessori, della maggioranza. Ma non è questo il momento delle polemiche e non appena ci sarà l’incontro sollecitato, non farò certamente mancare il mio piccolo contributo di idee. La situazione che si è venuta a creare negli ospedali è gravissima e non solo per la mancanza di anestesisti: servono soluzioni concrete, al di là degli annunci, per salvare l’agonizzante sanità gallurese».

È più che d’accordo il consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi. «Sindaci e rappresentanti del territorio gallurese devono camminare fianco a fianco e portare una voce forte e unitaria in consiglio regionale. L’emergenza sanitaria in Gallura è fuori controllo e non sono bastate le singole denunce di sindaci e amministratori locali a far sì che Regione e Ats programmassero il potenziamento degli organici attualmente sottodimensionati, al punto da decretare la paralisi dei servizi. Per questo governo regionale – osserva Li Gioi – la risoluzione delle criticità che stanno affossando la Gallura non è tra i primi punti in agenda: a dimostrarlo la vergognosa assenza dell’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu e del commissario straordinario di Ats Massimo Temussi alla conferenza socio sanitaria di Olbia. Due sedie vuote che indicano una intollerabile mancanza di rispetto nei confronti della Gallura. Per queste ragioni è arrivato il momento di programmare una mobilitazione davanti al palazzo della Regione affinché le istanze dei Comuni di Olbia, Tempio, Arzachena, La Maddalena e di tutti gli altri comuni galluresi possano finalmente essere consegnate a chi di dovere. L’unico passo sensato oggi è una manifestazione di piazza. Invito i sindaci della Gallura e gli amministratori ad organizzare un presidio senza colori politici ma con un unico intento: portare soluzioni concrete al nostro sistema sanitario al collasso».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *