petra-conti-torna-in-italia,-ospite-d’onore-a-spoleto:-«la-danza-riparte»

Petra Conti torna in Italia, ospite d’onore a Spoleto: «La danza riparte»

Petra Conti torna in Italia, ospite d’onore a Spoleto: «La danza riparte»

Sfoglia gallery

L’étoile sale sul palco dell’International Dance Competition per interpretare «La morte del cigno», il celebre assolo coreografico di Michel Fokine: «Per me è una grande gioia partecipare a questa prestigiosa manifestazione, un segnale importante di ripartenza»

Riflettori puntati su Spoleto. La prima ballerina internazionale Petra Conti, principal dancer del Los Angeles Ballet e già ètoile del Teatro alla Scala di Milano e del Boston Ballet, è l’ospite d’onore del Gala Conclusivo dell’IDC International Dance Competion, evento patrocinato dal Comune umbro e giunto quest’anno alla sua 29esima edizione, in programma giovedì 22 luglio alle ore 21 al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti.

«Una manifestazione prestigiosa, che rappresenta un importante segnale di ripartenza per la danza a livello nazionale», ha dichiarato Petra, che è mancata a lungo dall’Italia a causa delle difficoltà legate alla pandemia di coronavirus. «Dopo tanti mesi lontana, è una grande gioia tornare. Con me ci saranno anche i vincitori del Concorso Internazionale di Danza Città di Spoleto, ai quali faccio un grande in bocca al lupo».

Petra, inoltre, è attesa sul palco per interpretare «La morte del cigno», celebre assolo coreografico creato da Michel Fokine nel 1901 appositamente per Anna Pavlova. «Ringrazio di cuore per l’invito il direttore generale Paolo Boncompagni e la direttrice artistica Irina Kashkova», ha concluso la star internazionale classe ’88, che porta avanti anche raccolte fondi dopo aver sconfitto cinque anni fa un cancro al rene.

Lo spettacolo di Petra, soprannominata la «Anna Magnani del balletto», corona la Settimana Internazionale della Danza e, appunto, il Concorso, importante appuntamento culturale per la formazione di giovani danzatori e futuri artisti. Non è un caso, quindi, la presenza pure di Margherita Parrilla in rappresentanza dell’International Federation Ballet Competition, che racchiude i concorsi di danza più prestigiosi al mondo.

Tra cui quello di Spoleto, unico in Italia. Quest’anno, con Petra, ancora più unico.

LEGGI ANCHE

Giovanni Allevi, tra musica e danza: il nuovo video

LEGGI ANCHE

Roberto Bolle, ogni volta che sono caduto

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *