parcheggi-a-pagamento,-is-aruttas-e-la-piu-cara

Parcheggi a pagamento, Is Aruttas è la più cara

CABRAS. Partiranno ufficialmente il 1° luglio i servizi e i parcheggi a pagamento nelle spiagge del Sinis. Le aree di sosta saranno presenti a Porto Suedda, Mari Ermi, Is Aruttas, Su Crastu Biancu, S’Archeddu ’e sa Canna, Maimoni, Turr ’e Seu e San Giovanni di Sinis, per un numero di circa 4mila stalli complessivi. Lo si apprende dal sito “Muvin Cabras”, il nuovo portale per la mobilità del cittadino, che sarà il punto di riferimento per chi volesse trascorrere le giornate al mare.

Portale e abbonamenti. Attraverso il portale, infatti, turisti e residenti potranno monitorare in tempo reale la situazione delle aree di sosta, le mappe, le tariffe previste per le varie zone e richiedere gli abbonamenti residenti e stagionali. Questi ultimi avranno rispettivamente un costo di 15 e 40 euro per vetture e motoveicoli, che saliranno a 30 e 60 euro per i camper. Gli stessi abbonamenti saranno validi esclusivamente per la sosta in orario diurno, dalle 8 alle 20, dal 1° luglio fino al 27 settembre incluso. Per i visitatori occasionali, invece, le tariffe varieranno da zona a zona e per il pagamento saranno predisposti lungo le spiagge parcometri di ultima generazione, più piccoli e meno impattanti, muniti di tutti i sistemi, anche elettronici e senza contatto, che permetteranno il rilascio dei ticket e, ove preferissero questo sistema, anche degli abbonamenti per i non residenti.

Is Aruttas la più cara. I costi saranno leggermente più elevati – 2 euro in più al giorno per auto e motoveicoli, 3 per i camper rispetto alle altre spiagge – per Is Aruttas, pressoché identici, invece, i costi per tutti gli altri lidi. Sul sito Muvin Cabras, inoltre, è previsto il servizio di assistenza notte e giorno e per tutta la settimana, cui ci si potrà rivolgere in caso di necessità.

Gli ultimi preparativi. L’amministrazione comunale annuncia che i lavori per il completamento delle aree di sosta e per il lancio dei nuovi servizi saranno ultimati nei prossimi giorni. Sono state in tal senso individuate e predisposte le aree per i cani, e saranno dislocate lungo vari punti del litorale passerelle srotolabili e sedie per i disabili. È previsto poi il rafforzamento dei presidi antincendio, con 25 estintori che saranno posizionati nei punti di maggiore aggregazione, e la collocazione di 4 defibrillatori e altrettante cassette di pronto soccorso nelle località più frequentate, utilizzabili dal personale dipendente appositamente formato. Mediante il portale Muvin Cabras, inoltre, si potranno inviare messaggi di allerta. Il Comune prevede altresì l’installazione di bacheche informative e didattiche in legno nelle località più frequentate e di segnaletica per indirizzare i visitatori verso le aree di sosta, in modo da facilitare le soluzioni alternative qualora l’area più vicina alla spiaggia fosse già esaurita. Chi parcheggerà al di fuori delle aree previste, sarà multato.

Il Comune investe. «Quest’anno gli investimenti del Comune sono ulteriormente cresciuti rispetto agli altri anni – ha sottolineato il Sindaco Andrea Abis – fino a circa centomila euro». Manca ormai poco, dunque, perché il Sinis si presenti con l’abito nuovo alla stagione turistica 2021. «Siamo intervenuti sulla maggior parte della viabilità costiera con operazioni di trinciatura delle erbacce, livellamento e risistemazione delle strade bianche, fortemente rovinate dalla stagione piovosa – riferisce il primo cittadino –. Rimane ancora da completare qualche intervento più mirato a San Giovanni e in altre località». Per il resto, buon bagno e buon sole.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *