olbia,-ogni-giorno-100-turisti-nell’hub-vaccinale-ex-audi

Olbia, ogni giorno 100 turisti nell’hub vaccinale ex Audi

OLBIA. Da 50 a un centinaio di turisti, quasi tutti i giorni. L’hub vaccinale di Olbia, nell’ex concessionaria Audi lungo la strada che dal porto conduce in Costa Smeralda, con l’inizio della stagione delle vacanze è diventato una meta quotidiana anche per una “clientela” non solo locale. Molti i turisti che hanno deciso di usufruire della possibilità di effettuare in Sardegna la vaccinazione anti-Covid. In genere si tratta di seconde dosi ma non manca – spiegano dall’Assl di Olbia – anche chi si presenta per avere la prima. I più sono over 60 e a loro viene somministrato il vaccino Astrazeneca. I vaccinati “forestieri”cominciano a essere già diverse centinaia. Considerata la forte presenza turistica nel territorio, è facile prevedere che a fine stagione saranno migliaia.

L’Assl in questa estate 2021 non è ancora riuscita ad aprire le guardie turistiche a causa della indisponibilità di giovani medici, quelli che venivano reclutati tutti gli anni per aprire i quattordici ambulatori nelle località turistiche della costa da Badesi fino a Budoni e che adesso sono impegnati nelle Usca e nei centri per i tamponi. Un disservizio grave: i servizi sanitari sono un requisito indispensabile anche per l’industria delle vacanze. In cambio funziona, e bene, il servizio che consente di effettuare la vaccinazione contro il coronavirus. Un vantaggio significativo per chi è arrivato nell’isola dopo aver fatto solo la prima dose e non è così costretto a riprendere l’aereo o il traghetto per tornare a casa a completare il ciclo vaccinale.

Nelle ultime due settimane, non sono tuttavia mancate alcune lamentale. Chi è andato all’hub di sabato, infatti, lo ha trovato chiuso. Anche l’altro ieri, al centralino dell’Assl sono arrivate alcune decine di chiamate con richiesta di spiegazioni. Dall’Assl chiariscono che, come annunciano gli avvisi, per l’estate l’apertura dell’hub al sabato mattina è stata soppressa per consentire al personale impegnato nelle vaccinazioni – medici e infermieri – di fare qualche giorno di ferie e avere un po’ di respiro dopo mesi di grande lavoro: «Il centro vaccinale funziona ormai a prenotazione con il sistema delle Poste. Da due settimane, si è deciso di non aprire il sabato mattina. Le prenotazioni previste per quei due giorni sono state tutte riprogrammate e le persone interessate sono state avvisate personalmente. Sono state vaccinate senza problemi o disagi per nessuno».

Nell’hub ex Audi vengono attualmente vaccinate 1200 persone al giorno, tutte prenotate attraverso il sistema delle Poste. A queste, si aggiungono svariate decine di turisti.

Le operazioni si svolgono nella massima tranquillità: niente code, tempi di attesa minimi, nessuna confusione. Non succedeva così, nel periodo iniziale, quando – anche a causa del doppio sistema di chiamata dell’Assl e del Comune di Olbia – davanti all’ingresso della ex concessionaria Audi si formavano file e assembramenti pericolosi, contenuti a fatica dai volontari della protezione civile . (a.se.)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *