nel-suo-discorso-dell’anno,-ursula-von-der-leyen-parte-dalla-crisi-energetica-e-dalla-guerra

Nel suo discorso dell’anno, Ursula von der Leyen parte dalla crisi energetica e dalla guerra

Oggi davanti all’Europarlamento la presidente della Commissione europea pronuncia il discorso sullo stato dell’Unione, lo “state of the Union”. Tra i temi più attesi le misure per contrastare la crisi energetica. Ospite di quest’anno la first lady ucraina

Alle 9 Ursula von der Leyen pronuncia il discorso sullo stato dell’Unione, lo “state of the Union”. Sono attesi gli annunci in campo energetico, che Ursula von der Leyen ha deciso di fare durante il suo discorso, e certamente uno dei temi cardine sarà la guerra in Ucraina. Segui il discorso in diretta.

Cosa è lo “stato dell’Unione”

Negli Stati Uniti, che sono una repubblica presidenziale, nata come confederazione, il discorso annuale del presidente di fronte al Congresso compie un requisito costituzionale, ed è una tradizione dai tempi di George Washington (cioè da almeno 230 anni). È il momento unificante della nazione da quando esistono i mass media. L’Ue non è né propriamente una confederazione né una federazione, e fatica a costruire una opinione pubblica comune, ma da dieci anni, dai tempi di José Manuel Barroso, il presidente della commissione Ue si esercita nello “state of the European Union” (“Soteu”), cioè lo stato dell’Unione.

Con la premier ucraina

L’anno scorso, l’ospite d’eccezione di Ursula von der Leyen in occasione del discorso dell’anno era stata l’atleta italiana Bebe Vio. In questo 2022 segnato dalla guerra in Ucraina, tocca a Olena Zelenska, la first lady ucraina.

I discorsi precedenti di vdL

Il discorso del 2021 era lungo 22 pagine. Un dettaglio anticipava in qualche modo il tema attualissimo della guerra e delle spese militari: «Consideriamo l’esenzione dall’Iva per l’acquisto di materiale di difesa sviluppato e prodotto in Europa». Sgravi agli acquirenti di armi e materiale bellico made in Europe, dunque un favore all’industria militare.

Nel 2020 von der Leyen ha pronunciato davanti all’europarlamento il primo discorso sullo stato dell’Unione del suo mandato, e ha delineato le sue priorità. «La pandemia ci ha fatto capire quanto siamo fragili», ha detto von der Leyen, intenzionata a parole a «rigenerare» l’Europa. Come? Unione della salute, riduzione delle emissioni al 55 per cento entro il 2030, nuovo piano per le migrazioni e altro.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.