monte-gurtei-si-sente-trascurato

Monte Gurtei si sente trascurato

NUORO. Tra piccole e grandi problematiche, il quartiere di Monte Gurtei è il più indietro in città per pulizia del verde pubblico e riqualificazione urbana. Geograficamente più vicino al centro storico che alla zona commerciale di via don Bosco, nonostante le ripetute segnalazioni da parte dei residenti, sono ancora tante le situazioni di degrado a partire da marciapiedi quasi totalmente corrosi dal tempo, per arrivare a una segnaletica verticale e orizzontale totalmente inesistente. L’ultimo dei problemi, emerso e segnalato negli ultimi giorni, riguarda proprio la strada di ingresso al quartiere che dallo stadio “Franco Frogheri” conduce alla chiesa di San Paolo. A parlarne sono gli stessi residenti: «Nonostante lettere, telefonate agli uffici competenti e interlocuzioni private, è ancora in piedi la grande gabbia di sostegno al muro cadente dell’ospedale Zonchello. Occupa tutto il marciapiede – spiegano – e costringe a un grave pericolo i pedoni costretti a transitare lungo la carreggiata. Ancora peggio, all’interno della stessa struttura in ferro, a bordo strada, stanno crescendo molto velocemente delle nuove piante di eucalipto che nel giro di pochi mesi dimezzeranno anche la vista degli automobilisti già costretti a manovre spericolate a causa di chi parcheggia selvaggiamente dall’altra parte della lunga salita dove, trattandosi di strada a doppio senso di circolazione, dovrebbero essere applicate le regole del divieto di sosta. Cosa che non accade». I nuovi eucalipto, che nascono fuori dai confini dell’ospedale Zonchello, stanno creando tantissimi problemi anche ai residenti dei condomini che costeggiano la struttura sanitaria: «Su entrambe i lati della gradinata in cima alla salita di via Ragazzi del ’99, che è pubblica via transitata quotidianamente – afferma Gabriella Cadinu, amministratrice condominiale – ci sono due grandi spazi verdi completamente invasi da eucalipto che hanno raggiunto altezze vertiginose. Il pericolo è sotto gli occhi di tutti: nelle giornate di forte vento questi poggiano e ricadono sulle facciate dei condomini talvolta creando danni strutturali, talvolta creando una dispersione eccessiva di pollini che soprattutto in questo periodo dell’anno sono causa di allergie. Per non parlare del pericolo di caduta tronchi sempre in agguato. Quelle piante vanno tagliate e lo chiediamo già da tre anni».

La risposta dell’amministrazione comunale: «Avvieremo immediatamente una verifica per le piante in questione – dice l’assessora comunale con delega al Verde pubblico Eleonora Angheleddu – per poi rimuoverle come richiesto dato che, come ci è stato segnalato, sono portatrici di pericoli di varia natura per le cose e le persone. Già negli scorsi anni, anche dalle passate amministrazioni comunali, era stato effettuato lo stesso tipo di intervento che, vista la velocità di ricrescita di quel preciso tipo di pianta, impone una continuità cadenzata nel tempo». Non solo eucalipto ma anche erba alta, secca e fuori controllo: «Saranno avviati in questi giorni i cantieri per lo sfalcio sulle aree estese – conclude l’assessora – tra le quali proprio il terreno comunale a Monte Gurtei. Del taglio dell’ebra sui marciapiedi se ne occuperanno invece gli uomini della è-comune».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *