massimo-ambrosini-(e-la-nuova-squadra-dazn):-«la-prossima-serie-a?-speriamo-segni-una-ripartenza»

Massimo Ambrosini (e la nuova squadra DAZN): «La prossima Serie A? Speriamo segni una ripartenza»

Massimo Ambrosini (e la nuova squadra DAZN): «La prossima Serie A? Speriamo segni una ripartenza»

Sfoglia gallery

Il campionato italiano sarà trasmesso tutto dalla piattaforma di streaming, che ha quindi allargato il suo team con l’ex centrocampista e tanti altri volti noti del calcio, tra cui l’esordiente Alessandro Matri: «Vorrei mettere in luce personaggi di cui si parla meno, ma che fanno comunque tanti sacrifici»

Il countdown è ufficialmente cominciato. Manca ormai meno di un mese al calcio d’inizio della Serie A 2021/2022, e gli appassionati di calcio – con negli occhi ancora il trionfo azzurro agli Europei – sono già pronti per l’emozioni del nuovo campionato. Che, per la prima volta nella sua storia, sarà trasmesso interamente da DAZN, con dieci match a giornata di cui sette in esclusiva e tre in co-esclusiva.

Così, visti i tantissimi appuntamenti che dovrà raccontare, la piattaforma di streaming ha allargato la sua squadra, affidandosi a giornalisti che vantano anni di esperienza televisiva (come Marco Cattaneo e Giorgia Rossi) e molti volti noti del mondo del pallone, alcuni all’esordio dietro il microfono, vedi Giampaolo Pazzini, Riccardo Montolivo, Andrea Barzagli e Alessandro Matri, già in clima telecronaca.

«Quello che mi preoccupa di più è l’approccio con giocatori e allenatori, perché sono stato dall’altra parte e so cosa si prova davanti a certe domande», ci rivela l’ex bomber. «Obiettivi? Mi ha colpito molto la morte di Astori, un grande uomo di cui si è parlato tanto, purtroppo dopo la scomparsa. Ecco, mi piacerebbe mettere in luce personaggi meno sponsorizzati, ma che fanno comunque tanti sacrifici».

«Se dovessi paragonare questa nuova esperienza ad un mio gol, sicuramente sarebbe una rete al debutto, perché spero sia soltanto l’inizio», conclude Matri, che potrà contare sui consigli di compagni già rodati in questo ruolo come Massimo Ambrosini, altro grande «acquisto» DAZN. «All’inizio l’ostacolo maggiore è proprio interagire con gli ex colleghi senza essere invadente. Bisogna trovare un equilibrio».

«Sono onesto, a volte ho avuto paura che qualcuno che non mi rispondeva al telefono magari si fosse offeso per qualcosa che avevo detto, ma per apparire credibili credo sia fondamentale essere se stessi, senza strafare», dichiara l’ex leader del Milan. «Che stagione ci attende? È come quando torni da un infortunio e cerchi di ritrovare la normalità. Ecco, la speranza è che questa Serie A segni la ripartenza».

L’augurio di Ambrosini, che è l’augurio di tutti.

LEGGI ANCHE

Italia campione d’Europa!

LEGGI ANCHE

Roberto Mancini e Gianluca Vialli, l’abbraccio dell’amicizia

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *