maria,-oss:-“le-case-di-riposo-stanno-inguaiate;-mi-hanno-fatto-firmare-un-contratto-da-asa-e-non-da-operatore”.

Maria, OSS: “le case di riposo stanno inguaiate; mi hanno fatto firmare un contratto da ASA e non da Operatore”.

Ci scrive Maria Spinelli, OSS: “le case di riposo stanno inguaiate; mi hanno fatto firmare un contratto da ASA e non da Operatore”.

Gentilissimo Direttore,

sono un operatore socio sanitario; lavoro presso una casa di riposo accreditata. Alla firma del mio contratto mi è stato detto che mi assumevano con un grado in meno, ovvero come ASA.

Così facendo mi pagano anche di meno; durante le ore lavorative, mi sono state imposte delle mansioni non inerenti alla mia figura professionale, ma neanche quella dell’asse: lavare i pavimenti, lavare i piatti e le pentole, ecc.; tutto questo con la medesima divisa con cui effettuavo l’igiene agli ospiti della struttura.

In Lombardia nessun controllo. I miei colleghi si sono licenziati in massa pur non sapendo che anche le altre strutture sono messe male come personale, ma soprattutto come mansioni.

Questo è quanto.

Maria Spinelli, OSS

L’articolo Maria, OSS: “le case di riposo stanno inguaiate; mi hanno fatto firmare un contratto da ASA e non da Operatore”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.