manovra,-riduzione-dei-bonus-benzina.-lollobrigida:-“la-coperta-e-corta,-dovevamo-fare-delle-scelte”-–-il-fatto-quotidiano

Manovra, riduzione dei bonus benzina. Lollobrigida: “La coperta è corta, dovevamo fare delle scelte” – Il Fatto Quotidiano

| 21 Novembre 2022

Il ministro dell’Agricoltura e della sovranità alimentare Francesco Lollobrigida, intercettato prima di entrare in Consiglio dei Ministri e dopo la riunione di maggioranza, ha annunciato che i bonus per mitigare gli aumenti del caro carburante verranno ridotti. La benzina e il gasolio alla pompa costeranno di più. “Quando è intervenuto lo sconto sulle accise la benzina era molto sopra i prezzi attuali, per cui noi avendo una coperta un po’ corta in termini economici, dobbiamo scegliere cosa sostenere e noi riteniamo che sia necessario sostenere il lavoro”. Il ministro poi ha spiegato l’intervento sul reddito di cittadinanza. “Bisogna aiutare chi non ce la fa. Iniziamo adesso a lavorare per riuscire a dare dei segnali – dunque – controlli seri da subito e poi un tempo di assestamento per non lasciare nessuno dal giorno alla notte senza possibilità di sostentamento”. Quanto tempo, quanti mesi? “Diversi mesi. Persone per strada? Non accadrà. La revisione del reddito di cittadinanza ci sarà da subito – h ribadito il titolare dell’Agricoltura – poi gli ‘occupabili’ devono avere un tempo congruo per cercare un lavoro”. Questa “legge di stabilità che non può rispondere a tutte le esigenze. La coiperta è molto corta” è l’ammissione del Ministro” è stata l’ammissione di Lollobrigida. Conte e Pd annunciano che andranno in piazza per difendere il ‘reddito’? “Se Conte va per strada a noi non dispiace“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:

portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Conte: “Proporre oggi un mega inceneritore di 600 mila tonnellate è da forza conservatrice della peggior specie”

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.