l'ultimo-toccante-saluto-alla-regina-elisabetta

L'ultimo toccante saluto alla regina Elisabetta

Dopo 13 ore del funerale che passerà alla storia come il più importante di sempre, la regina Elisabetta ha intrapreso il suo ultimo viaggio verso Windsor. Lì a salutarla, prima di un’altra cerimonia privata per i soli membri della royal family, ha trovato i sudditi, gli assistenti reali, e persino i suoi ultimi due corgi e il suo amato pony. Dopo, sempre in forma privata, Elisabetta II è stata seppellita all’interno della The King George VI Memorial Chapel. Riposerà insieme all’amato marito Filippo, duca di Edimburgo, al padre, re Giorgio VI, alla regina madre e a sua sorella Margaret.

L’ultimo omaggio alla regina più longeva della Gran Bretagna è arrivato poi sul profilo ufficiale della famiglia reale. Una bellissima foto di Elisabetta, in abiti informali, in aperta campagna, proprio come amava lei. «Che voli di Angeli ti cantino il tuo riposo», si legge ad accompagnare lo scatto. Una citazione di William Shakespeare appena ripresa da re Carlo nel suo discorso di addio alla madre, che è coinciso con il suo primo discorso alla nazione. E ancora: «In loving memory of Her Majesty The Queen», accompagnato dall’anno di nascita e da quello di morte di Sua Maestà. 

La foto, fanno sapere gli esperti reali, è stata scattata nel 1971 a Balmoral, uno dei suoi luoghi preferiti. Ed è proprio lì che la sovrana si è spenta l’8 settembre 2022, dopo che le sue condizioni di salute si sono aggravate rapidamente.

Re Carlo è apparso profondamente commosso diverse volte nel corso della lunga giornata. Dalla prima processione che ha trasportato la bara della regina da Westminster Hall all’Abbazia, fino alla sepoltura a Windsor. L’ultimo viaggio di Elisabetta II si è concluso così dopo 11 giorni, dall’annuncio della sua scomparsa. A renderle omaggio milioni di britannici, che si sono messi in coda per più di 12 ore. E oggi la cerimonia è stata seguita in diretta da oltre 4 miliardi di persone in tutto il mondo. A testimonianza di un affetto sconfinato, nei confronti di colei che più di ogni altro ha saputo servire la corona. God save the queen.

Altre storie di Vanity Fair che ti possono interessare

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.