«l’incubo-posidonia-sta-finendo»

«L’incubo posidonia sta finendo»

ALGHERO. La posidonia spiaggiata non è un rifiuto: l’introduzione dell’articolo 39-quarter ha modificato una norma del Codice dell’ambiente e questo significa che potrà essere rimossa, nei termini di legge, dagli arenili. Per quanto riguarda la posidonia spiaggiata il testo dice che viene esclusa sino alla fine dell’anno dalla categoria rifiuti, se «reimmessa nel medesimo ambiente marino o riutilizzata a fini agronomici o in sostituzione di materie prime all’interno dei cicli produttivi, mediante processi o metodi che non danneggiano l’ambiente né mettono in pericolo la salute umana». Sull’argomento è intervenuto il presidente del consiglio regionale Michele Pais: «Con questo emendamento approvato si ottiene il doppio risultato di favorire la stagione turistica e rilanciare l’uso della posidonia in agricoltura. La posidonia è fondamentale per la difesa degli arenili, a la fruizione delle spiagge è fondamentale soprattutto in questo periodo di crisi economica. Un provvedimento annoso per Alghero – ha concluso il presidente Pais – che si avvia finalmente a soluzione».

Soddisfatto anche l’ex sindaco Marco Tedde che, nel ringraziare i parlamentari sardi per l’emendamento votato positivamente, sottolinea «l’intelligente sintesi tra le esigenze degli enti locali, delle coste e del sistema turistico, che tutela la biodiversità e valorizza anche le opportunità dell’economia circolare. Ora – ha concluso Marco Tedde – lo Stato deve disciplinare in modo più compiuto la gestione della posidonia, armonizzando la sua funzione di scudo difensivo degli arenili con l’esigenza di averli fruibili per la balneazione e per la promozione delle nostre coste». Infine l’assessore all’Ambiente Andrea Montis: «Alghero aveva necessità di un iniezione di fiducia e ringrazio pertanto tutti i parlamentari sardi che si son spesi ma anche gli esponenti locali come l’ex sindaco Tedde, che hanno colto l’occasione per dimostrare unità d’intenti su temi fondamentali per la città, per il territorio. Prendo atto favorevolmente, tra l’altro, del sostegno pubblico del presidente Pais sul progetto che riguarda l’impianto di trattamento di San Marco». (n.n.)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *