la-classifica-dei-libri:-primo-donato-carrisi con-io-sono-l’abisso

La classifica dei libri: primo Donato Carrisi con Io sono l’abisso

Arriva Carrisi. Al cinema con Io sono l’abisso, il suo terzo film da regista, tratto dall’omonimo thriller bestseller e in libreria con La casa delle luci, il nuovo romanzo. Da Longanesi. Subito in cima alla classifica.

Il più amato

Donato Carrisi è l’autore italiano di thriller più amato, perché scrive thriller psicologici. Thriller dei sentimenti. Di grande impatto emotivo sui lettori. Sa dosare suspense, colpi di scena e passioni.

Ha esordito nel 2009 con Il Suggeritore e negli anni ha pubblicato numerosi bestseller che trasforma in film come regista. Nelle sue trame c’è una storia visibile, ma ce n’è anche una sommersa, che scorre silenziosa ed emerge all’improvviso. «Ed è quella», ci dice, «che va a colpire lo spettatore dove meno se lo aspetta, in quel piccolo posto del cuore in cui custodiamo l’empatia».

Ambientato in un paesino di provincia, dove si consumano violenze contro le donne, il film ha tra i suoi protagonisti l’Uomo che pulisce, un netturbino, che grazie al suo lavoro sa come la spazzatura possa rivelare realtà che le persone non ammetterebbero mai.

L’immondizia è infatti un ricettacolo di segreti e di verità. Carrisi ha già portato sul grande schermo La ragazza nella nebbia (con Toni Servillo, e con cui ha vinto un David di Donatello al Miglior regista esordiente e un Globo d’oro alla Migliore sceneggiatura) e L’uomo nel labirinto (con lo stesso Servillo e un’altra star, Dustin Hoffman).

Il nuovo libro

Veniamo al nuovo thriller, La casa delle luci. Il racconto ci fa incontrare una bambina di dieci anni, Eva. Con lei ci sono una governante e una ragazza finlandese alla pari, Maja Salo. Dei genitori nessuna traccia. È proprio Maja a cercare l’aiuto di Pietro Gerber, il miglior ipnotista di Firenze, l’addormentatore di bambini. Un personaggio seriale già ben noto ai lettori di Carrisi. Da qualche tempo Eva non è più davvero sola. Con lei c’è un amichetto immaginario, senza nome e senza volto. E a causa di questa presenza, forse Eva è in pericolo. Ma la reputazione di Gerber è in rovina e, per certi versi, lo è lui stesso. Confuso e incerto sul proprio destino, Pietro accetta, pur con mille riserve, di confrontarsi con Eva. O meglio, con il suo amico immaginario.  È in quel momento che si spalanca una porta invisibile davanti a lui. La voce del bambino perduto che parla attraverso Eva, quando lei è sotto ipnosi, non gli è sconosciuta. E, soprattutto, quella voce conosce Pietro. Conosce il suo passato, e sembra possedere una verità rimasta celata troppo a lungo su qualcosa che è avvenuto in una calda estate di quando lui era un bambino. Perché a undici anni Pietro Gerber è morto. E il misterioso fatto accaduto dopo la sua morte ancora lo tormenta.

Come capite, Carrisi lavora sui confini dell’al di là e del mistero, sfida il lettore a mettere in dubbio la sua stessa razionalità, è capace di suggestionare e angosciare con trame psicologiche serrate e pagine ipnotiche.

Le regole di ingaggio della lettura di questo libro sono enunciate all’inizio con le regole del gioco degli omini di cera o gioco dei ceri o gioco dei ceri (e non c’eri più).

Il romanzo di Pif

Al quarto posto debutta Pif con La disperata ricerca d’amore di un povero idiota. Da Feltrinelli. «L’amore non è una formula matematica, non ci si può innamorare facendo dei calcoli.» Ci avverte. Eppure «L’algoritmo ha individuato sette ragazze che potrebbero essere le mie sette anime gemelle.» Pif torna al romanzo con la sua voce inconfondibile e lo sguardo intelligente e critico, eppure sempre pieno di tenerezza. Un romanzo picaresco e divertente sull’amore.

Nella saggistica che, di contro, non smercia sentimenti e passioni primo il Mussolini capobanda di Cazzullo da Mondadori Strade Blu, secondo il testamento di mirabile razionalità di Piero Angela, Dieci cose che ho imparato, Mondadori. Terza Michela Murgia con God save the Queer. Catechismo femminista, Einaudi Stile Libero.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.