l

GENOVA – Sei. Numero che i tifosi della Samp cancellerebbero volentieri. Sei, come gli acquisti promessi dal patron Ferrero a novembre in un’intervista: quando annunciava il suo “provvidenziale” ritorno, criticava pesantemente il presidente Lanna e il cda per come avevano gestito le cose in sua assenza, spiegava come avrebbe condotto in salvo il club blucerchiato, sul campo e sul piano economico, chiedendo alla gente una tregua nei suoi confronti, stop necessario per sistemare tutto e poi vendere la società, salvo poi sparire di nuovo, classificare ad “una tantum” il suo blitz genovese di ottobre, quando trascorse mezz’ora dentro lo stadio durante Sampdoria-Roma, prima di fuggire dalla folla inferocita, passare dai sei acquisti indispensabili ad…

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *