il-fuoco-si-spegne-con-il-fuoco:-esercitazione-a-siliqua

Il fuoco si spegne con il fuoco: esercitazione a Siliqua

SILIQUA. L’utilizzo del fuoco per combattere gli incendi nelle aree extraurbane come campagne e boschi. Il Corpo forestale della Sardegna ha effettuato ieri una esercitazione sperimentale di “fuoco prescritto” nel territorio di Siliqua. L’obiettivo del test era quello di far esercitare il personale del Corpo forestale all’uso del fuoco in ambiente controllato e sicuro. Inoltre è stato raggiunto l’obiettivo di porre in sicurezza un’area limitrofa all’abitato che nel 2014 era stata colpita da un violento incendio che aveva raggiunto, e in parte interessato, la palestra comunale.

L’attività esercitativa costituisce una parte di una serie di interventi di interventi sperimentali che riguardano tutta la regione, finalizzati alla realizzazione di misure di protezione di obbiettivi sensibili dagli incendi boschivi e rurali, scelti sulla base di diversi parametri, fra i quali la frequenza e i conseguenti danni prodotti da precedenti eventi incendio. L’attività di “fuoco prescritto”, consiste nella riduzione e sottrazione del combustibile vegetale, con l’uso controllato del fuoco, a possibili eventi incendio incombenti su un’area considerata a rischio. L’operazione è stata preceduta da una minuziosa progettazione, che ha compreso lo studio dell’area sotto il profilo ambientale, territoriale e meteorologico, dall’Ispettorato del Corpo forestale di Iglesias. L’esecuzione del fuoco prescritto è stata eseguita e coordinata in collaborazione con il Gruppo di Analisi e Uso del Fuoco (GAUF) dell’Ispettorato forestale di Cagliari. L

’attività è stata realizzata con successo e ha interessato una superficie complessiva di circa 2,5 ettari a ridosso di alcuni edifici pubblici e privati. Fondamentale anche la collaborazione delle associazioni di volontariato presenti nella zona (GEA Siliqua, PAN Siliqua, GEV Villamassargia, AVM Musei) con le quali il Corpo forestale ha avuto modo di coordinarsi in uno scenario operativo. L’attività è stata supportata anche dal Comune di Siliqua, col quale il progetto è stato preventivamente condiviso, tramite la sindaca e l’assessore dell’Ambiente per quanto riguarda la fase informativa. Vari cittadini hanno collaborato mettendo a disposizione i terreni interessati e hanno contribuito all’attività creando delle fasce lavorate di contenimento lungo il perimetro interessato dalle operazioni.(Luciano Onnis)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *