i-15-luoghi-in-italia-che-ti-fanno-sentire-all’estero:-c’e-anche-la-gallura

I 15 luoghi in Italia che ti fanno sentire all’estero: c’è anche la Gallura

La classifica dei luoghi per viaggiare all’estero restando in Italia.

Una classifica nella speciale classifica dei 15 luoghi italiani che ti fanno sentire all’estero realizzata dal sito di noleggio auto Enjoy Travel che ha lanciato una votazione per questa speciale classifica. Non poteva infatti mancare al settimo posto Cala Coticcio, grazie alla somiglianza con Tahiti, nella Polinesia Francese.

Ma sono anche altri i luoghi in Italia ci possono far sentire all’estero. Le restrizioni di viaggio stanno cambiando e molti italiani hanno deciso di rimanere in Italia quest’estate. Perché quindi non andare all’estero restando nel proprio paese? Girando l’Italia possiamo visitare Parigi e il palazzo di Versailles, fare un bagno alle Maldive o passeggiare tra le caratteristiche gole del Gran Canyon.

I 15 luoghi preferiti in cui non ti sembrerà essere in Italia.

1. Valle dei Templi di Agrigento, Sicilia = Acropoli di Atene

Passeggiare nella Valle dei Templi, in provincia di Agrigento, è un’esperienza a dir poco sensazionale. Si viene catapultati immediatamente nel mondo greco ma a chilometri di distanza da Atene e il suo Partenone. Il parco archeologico della Sicilia è conservato perfettamente ed è uno dei siti archeologici più grandi del Mediterraneo. Dal 1997 l’intera zona è diventata Patrimonio Unesco ed è una delle mete turistiche più famose del mondo. La Valle dei Templi è caratterizzata da undici templi in ordine dorico, tre santuari, necropoli, opere idrauliche, due Agorà, un Olympeion e una sala del consiglio. Il più grande dei templi è quello di Ercole, probabilmente più grande dell’Acropoli di Atene. Il tempio era originariamente di 38 colonne, a oggi ne sono rimaste nove.

2. Reggia di Caserta, Campania = Palazzo di Versailles a Parigi

Situata a Caserta, capoluogo di provincia campano, la reggia di Caserta è la residenza reale più grande al mondo. Il palazzo fu progettato da Luigi Vanvitelli e voluto dal Re di Napoli Carlo di Borbone per una sorta di rivalità con la vicina Francia e il suo potere europeo. La reggia, infatti, riprende la struttura e le architetture del palazzo di Versailles. Oltre al palazzo, la reggia di Caserta gode anche di un vastissimo parco, uno dei più belli presenti in Italia, che si estende su 120 ettari di superficie. In corrispondenza del centro della facciata posteriore del palazzo, partono due lunghi viali paralleli, fra i quali sono state costruite delle fontane maestose che riprendono i miti romani. Il palazzo reale è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997.

3. Le Maldive del Salento, Puglia = Maldive

Cercare le Maldive in Italia non è un’impresa impossibile; basta prendere la macchina o il treno e raggiungere il Salento, la zona più a sud dell’Italia. A pochi passi da Santa Maria di Leuca, dove si incrociano il mar Ionio e il mar Tirreno, si susseguono una serie di spiagge e luoghi paradisiaci che niente hanno da invidiare alle spiagge lontane dell’Oceano Indiano. Il nome “Maldive del Salento” prende spunto dallo storico stabilimento balneare che si trova nella marina di Pescoluse.

4. Isola Bella, Sicilia = Hvar (Lèsina), Croazia

L’isula Bedda, com’è chiamata in dialetto siciliano, è un’isola e riserva naturale della Sicilia situata a Taormina. La distanza tra la città e le coste dell’isolotto è così breve che diventa una penisola quando c’è la bassa marea. L’isola Bella è detta anche perla del Mediterraneo, con le sue coste e i suoi paesaggi che richiamano quegli elementi naturali e quasi incontaminati che riscontriamo in altre coste del Mediterraneo. Un esempio è in Croazia dove l’isola di Hvar rappresenta un altro gioiello del Mediterraneo che affaccia sul mar Adriatico.

5. Cave di Bauxite, Puglia = Il Gran Canyon

Le Cave di Bauxite si trovano nel Salento, ad Otranto e un tempo era il sito dove veniva estratta la bauxite (fino a metà anni ’70). I colori ricordano il Gran Canyon americano e i vari grandi parchi che so trovano lontani chilometri e chilometri. Le infiltrazioni di acqua nelle falde del terreno hanno creato un lago color verde, non balneabile, che mette in risalto il colore rosso del territorio circostante.

6. Casamassima, Puglia = Marocco

Il paese di Casamassima in provincia di Bari viene soprannominato Paese Azzurro, come la città Chefchaouen del Marocco, entrambe particolari per i colori delle mura delle case e delle porte. Casamassima è un bellissimo borgo incorniciato in un Castello. Si entra nel centro storico tramite la Porta Orologiaio; bellissimi da vedere anche la Chiesa del Purgatorio e il monastero di Santa Chiara. Si pensa che il colore blu sia una dedica al manto della Madonna che ha miracolato questo borgo durante la diffusione della peste nella seconda metà del ‘600.

7. Cala Coticcio, Sardegna = Piccola Tahiti

Cala Coticcio è famosa per l’appellativo “Tahiti sarda” grazie al mare cristallino e alla sabbia fine. La spiaggia si trova nella parte nord-orientale di Caprera ed è una delle più belle spiagge del parco nazionale della Maddalena, l’arcipelago sardo raggiungibile dalla Costa Smeralda in soli 20 minuti. Un posto paradisiaco e tranquillo che si trova nel mar Mediterraneo, a una traversata di mare (con nave).

8. Giardino dei Tarocchi, Toscana = Parco Guell di Barcellona

Il Giardino dei Tarocchi è un parco nei pressi di Pescia Fiorentina, in Toscana, ed è una vera e propria opera d’arte ideata dall’artista Niki de Saint Phalle nel 1979. La stessa artista ha sovvenzionato i lavori e poi ha donato il parco alla città. Il giardino è popolato da statue ispirate ai tarocchi dai colori vivaci e magici. Per volontà dell’artista, non si eseguono visite guidate così che le statue possano essere interpretate dai visitatori stessi. L’artista prese ispirazione dal Parque Guell di Antoni Gaudí e dalla visita al Giardino di Bomarzo. Per questo motivo possiamo avere la sensazione di trovarci a Barcellona mentre passeggiamo tra le stradine di questo giardino quasi fiabesco.

9. Orrido di Bellano, Lombardia = Gole di Vintgar, Slovenia

L’Orrido di Bellano è una gola naturale creata dal fiume Pioverna che ha per anni e anni scavato la roccia creando un’attrazione turistica assolutamente da non perdere. Questa meraviglia della natura si trova sul Lago di Como ed è visitabile tutto l’anno grazie a dei percorsi facilmente attraversabili anche da bambini. Non bisogna spostarsi dall’Italia, cascate e parchi naturali belli come le gole di Vintgar in Slovenia si trovano vicino casa.

10. Le Lame Rosse, Marche = Turchia (Cappadocia)

Nelle Marche c’è un luogo che ti fa fare un salto immediato con la mente in Cappadocia, Turchia. Le Lame Rosse di Fiastra si trovano tra i Monti Sibillini e sono conosciuti in tutto il mondo per la loro peculiare caratteristica. Sono, infatti, formazioni a forma di pinnacoli e torri che si sono formate grazie agli agenti atmosferici che hanno eroso la parte calcarea della montagna depositata sul terreno.

11. Rocchetta Mattei, Emilia-Romagna = Alhambra di Granada

Nel mezzo dell’Appennino Bolognese sorge un castello quasi atipico per la penisola italiana; la struttura richiama lo stile arabo-moresco andaluso, tipico di Granada. Molto simile al palazzo di Alhambra, infatti, la Rocchetta Mattei è stata eretta nella seconda metà dell’Ottocento per volontà del conte omonimo, Cesare Mattei. Il castello venne costruito per essere la sede della nuova scienza o medicina che il conte aveva creato, seppur senza una laurea in medicina. Molti ospiti importanti e persone da tutto il mondo giungevano qui per essere curati da lui.

12. Valle del Chianti, Toscana = Napa Valley

Le Colline del Chianti sono una catena montuosa lunga circa 20 km che attraversa le province di Siena, Firenze e Arezzo. Queste colline sono famosissime in tutto il mondo per i suoi vigneti e per la produzione del Chianti, vino rosso DOCG. I paesaggi e la vegetazione ricorda la Napa Valley, una contea della California in cui si estendono ettari di vigneti, anch’essi fonte primaria per la produzione di vino famoso in tutto il mondo.

13. Lago di Braies, Trentino-Alto Adige = Fiordi Norvegesi

Il lago di Braies è un piccolo lago alpino a circa 97 chilometri da Bolzano. È conosciuto come la Perla delle Dolomiti, situato all’interno del Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies. Il paesaggio, i colori e la natura lo rendono uno dei laghi più belli al mondo. Nelle sue acque, non balneabili, si specchia la maestosa Croda del Becco; durante il periodo invernale ricorda i famosi, e piuttosto lontani, Fiordi Norvegesi. Basta un treno o una macchina per raggiungere un luogo magico che sembra essere uscito dalle fiabe.

14. Rocca Calascio, Abruzzo = Le montagne della Scozia

Il castello di Rocca Calascio è una rocca situata in Abruzzo, a un’altitudine di 1460 m. Il castello fu costruito da Ruggero II d’Altavilla, nel 1140. Sono varie le famiglie che abitarono il castello, dai Medici ai Borbone. Qui negli anni ’80 hanno ambientato il film Ladyhawke grazie al suo paesaggio medievale che ricorda le montagne scozzesi e i suoi castelli.

15. La Riviera del Conero, Marche = Broulee Beach, Australia

La Riviera del Conero è un tratto della costa marchigiana la cui bellezza ricorda la Broulee Beach in Australia. Basta restare in Italia per vivere questa meta turistica per eccellenza che offre sole, relax, spiagge attrezzate e sport. Da vedere anche il Parco del Conero, meta per gli amanti delle escursioni sia a piedi che a cavallo.

L’articolo I 15 luoghi in Italia che ti fanno sentire all’estero: c’è anche la Gallura proviene da Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *