harry-e-il-«libro-bomba»:-«focus-sulla-morte-di-diana-e-le-cause-dell’incidente»

Harry e il «libro bomba»: «Focus sulla morte di Diana e le cause dell’incidente»

Harry e il «libro bomba»: «Focus sulla morte di Diana e le cause dell’incidente»

Sfoglia gallery

Secondo l’esperta Angela Levin, il duca concentrerà il suo memoir sulla dolorosa perdita della mamma e sui «colpevoli» di quello schianto. Ma per i maligni, dietro alla biografia c’è lo zampino di Meghan Markle…

Manca più di un anno all’uscita dell’autobiografia del principe Harry e i tabloid britannici hanno già cominciato la caccia allo scoop. Nonostante la pubblicazione del libro sia (provvisoriamente) prevista entro la fine del 2022, all’ombra del Big Ben si scommette infatti su quali saranno i contenuti del memoir, i personaggi più sviscerati e gli argomenti principali che toccherà il duca di Sussex.

In sostanza, «gli addetti ai lavori si chiedono quanto Harry sia disposto a scendere nei particolari in merito alle spinose questioni che riguardano la sua famiglia». Parlerà ovviamente del difficile rapporto con il padre Carlo, di come sia cambiata la sua relazione con il fratello William e del ruolo della nonna, la regina Elisabetta. «Il focus, però, sarà un altro», avvisa l’esperta Angela Levin.

«Una fonte ben informata mi ha detto che Harry si concentrerà soprattutto sulla morte della mamma, Lady Diana, e su quelli che pensa siano i responsabili», ha aggiunto la biografa su Twitter. «È stata una tragedia, purtroppo lui non riesce ad andare avanti». D’altronde il duca di Sussex torna spesso su quell’episodio che gli ha tristemente cambiato la vita quando lui non aveva ancora tredici anni.



«C’è stato un periodo che bevevo tanto e prendevo droghe non perché mi divertissi, ma per non sentire il dolore della sua scomparsa», ha rivelato di recente. Tra l’altro l’1 luglio Harry è volato a Londra per l’inaugurazione della statua di Lady D, nel giorno in cui avrebbe compiuto 60 anni. E a settembre – si mormora – tornerà in Inghilterra per un’altra cerimonia, sempre nel ricordo della mamma.

Forse, stavolta, arriverà in Europa anche Meghan Markle, considerata dalle malelingue la vera mente dietro l’autobiografia di Harry. Stando alle ricostruzioni, pare che nessuno a Buckingham Palace fosse informato delle intenzioni del principe di mettere nero su bianco pensieri ed esperienze: al prossimo incontro in casa Windsor, non mancheranno gli argomenti di conversazione.

LEGGI ANCHE

Il principe Harry sta per pubblicare «il libro più esplosivo del decennio»

LEGGI ANCHE

Camilla di Cornovaglia «nel mirino» del principe Harry (e del suo libro)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *