giorgio-armani:-“amo-la-sardegna”

Giorgio Armani: “Amo la Sardegna”

PORTO CERVO. È stato subito amore. Sì, perché lo smeraldo del mare lo aveva abbagliato e i paesaggi lo avevano conquistato. Quando arrivò in barca, parecchi anni fa, decise che la Sardegna sarebbe diventata una tappa fissa dei suoi viaggi. Una terra per lui tanto magica quanto spettacolare «che mi torna sempre in mente quando lavoro sui colori». Ama la Costa Smeralda. Ma proprio qui il suo marchio mancava. I più famosi brand dell’alta moda mondiale c’erano già tutti. Ora c’è anche lui: Giorgio Armani. Il “Re”. Ha trovato la location che sognava e il momento giusto è arrivato. Lo scorso 16 giugno, nel cuore di Porto Cervo, sono state scoperte le vetrine della sua boutique. Una passerella in punta di piedi, elegante e raffinata, nel rispetto delle norme anti Covid. Armani ha vissuto l’apertura da lontano perché in questo periodo è impegnatissimo con le sfilate (in presenza) a Milano e subito dopo a Parigi, ma ha voluto comunque raccontare questo momento speciale: il suo arrivo nello spazio dello shopping più lussuoso della Costa Smeralda. Dove lui diventa assoluto protagonista dando una spinta decisa alla nuova stagione turistica.

Giorgio Armani ha aperto finalmente a Porto Cervo. Mancava solamente lei. Come mai ha aspettato tanto?

«Sono un perfezionista, e ho molta pazienza. Era da tempo che cercavo il posto giusto e adesso l’ho trovato: sulla Passeggiata, con affaccio sulla piazzetta principale. È una boutique che si integra perfettamente nel contesto in cui è inserito, nell’edificio con la caratteristica facciata porticata. Il motivo stilizzato di palme blu e oro chiaro del décor mi rende particolarmente orgoglioso».

Qual è il suo rapporto con la Sardegna e che cosa ama di più di questa terra.

«Il mare è il mio elemento e le isole rappresentano la mia idea di forza e di indipendenza. Non posso non amare la Sardegna. È un’isola che negli anni ho frequentato. La conosco bene tutta perché amo viaggiare e scoprire sempre posti nuovi. Ne ho sempre apprezzato le acque blu, la cultura secolare, i paesaggi ora rigogliosi, ora aspri. Ne apprezzo anche la cucina, così ricca di sapori. Anni fa ho avuto in casa una cuoca di origini sarde e i piatti che preparava avevano un gusto indimenticabile».

La sua prima volta in Costa Smeralda. Ce la racconta? Ci sono episodi o aneddoti che ricorda con particolare emozione?

«È stato molti anni fa, e sono arrivato in barca. Il ricordo indelebile è proprio il verde smeraldo del mare. Pensai che mai nome fu più perfetto per un luogo. Fu un’impressione vivida, profondamente emozionante».

Si concederà una vacanza qui anche quest’estate?

«Non ho ancora fatto programmi e se dovesse presentarsi l’occasione passerei senz’altro: il mare della Sardegna è uno dei più belli del mondo».

Ma la Sardegna l’ha mai ispirata nel suo lavoro?

«Il mio lavoro vive della rielaborazione di elementi, atmosfere e dettagli che mi colpiscono. Non ho fatto mai collezioni a tema, ma di certo lo spettacolo della natura, qui, è qualcosa che ricordo quando lavoro sui colori».

Durante l’emergenza sanitaria, ha donato 2,2 milioni di dollari per combattere il Coronavirus in Italia. Lei come ha vissuto la pandemia?

«Con apprensione, come credo tutti, ma anche con il desiderio di impegnarmi a fare qualcosa per la comunità. I personaggi in vista nei momenti bui hanno a mio avviso il dovere morale di fare da esempio, con i fatti e non solo con le parole. Per me è stato un modo per vivere la pandemia non chiudendomi in me stesso, ma pensando agli altri».

Ora Giorgio Armani pensa anche alla sua nuova “creazione”, a Porto Cervo. In questi giorni a tutti gli ospiti e clienti viene offerto un bicchiere di champagne. Poi forse, a luglio, quando l’orario di apertura si prolungherà sino a mezzanotte, potrebbe essere organizzato un evento inaugurale. E chissà, magari potrebbe apparire anche “Re” Giorgio.Il concept del negozio, unico nel suo genere, è stato appositamente studiato da Armani col tocco degli architetti e, come ha sottolineato lo stilista, le palme blu e oro chiaro stilizzate «rappresentano l’elemento decorativo principale, riprodotto sulle pareti trasparenti retroilluminate con luce degradata, eterea e avvolgente, sugli elementi espositivi e come sfondo di alcuni arredi e sulle vetrine».Il legno chiaro accostato al blu intenso del pavimento sottolinea l’ispirazione marina di uno spazio il cui allestimento, grazie alla leggerezza degli espositori e degli elementi d’arredo, può essere rimodulato e modificato di stagione in stagione. All’ingresso un videowall, dove scorrono le immagini delle collezioni.Il punto vendita ospita le collezioni di abbigliamento, di accessori e occhiali donna e uomo, la collezione di alta gioielleria e il corner dedicato alle fragranze Armani Privé.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *