gaia-zorzi-fa-chiarezza-sul-suo-‘ruolo’-nel-caso-malika-chalhy.-interviene-anche-tommaso-zorzi

Gaia Zorzi fa chiarezza sul suo ‘ruolo’ nel caso Malika Chalhy. Interviene anche Tommaso Zorzi

Il caso di Malika è al centro del dibattito e la sorella del vincitore del Gf Vip 5 spiega il motivo della sua Instagram Story con la Chalhy

In questi giorni il caso di Malika Chalhy non cenna a placarsi. La ragazza era stata cacciata di casa dai genitori e dal fratello per il suo orientamento sessuale ed in seguito era stata minacciata dalla madre.

Per la sua storia c’è stata tanta solidarietà, le due raccolte fondi aperte per aiutarla a ricostruirsi una vita hanno raggiunto la somma di oltre 140 mila euro. La ragazza è stata ospite anche di molti programmi televisivi, come Le Iene ed il Maurizio Costanzo Show, in queste occasioni Malika aveva affermato che parte delle donazioni sarebbero servite a lei per spese legali e psicologiche e altre sarebbero andate in beneficenza.

A far discutere, poi, c’è stata una storia Instagram di Gaia Zorzi, la sorella di Tommaso Zorzi quest’ultimo aveva conosciuto Malika nel talk show di Costanzo. Nel video si vedeva la Chalhy guidare una Mercedes nuova ed in quella giornata Malika è stata ospite de Il Bianco e il Nero, programma di Gabriele Parpiglia. Durante l’intervista il giornalista le ha chiesto direttamente del video in questione e lei ha smentito dicendo che la macchina era stata prestata dai genitori di Camilla, la sua fidanzata con la quale si è trasferita a Milano.

Stai scherzando? Vorrei dire una cosa a queste persone che prima di dire certe cose, senza conoscere, è bene che si informino. Perché la macchina è sua (indica la fidanzata, ndr).

La fidanzata ha così precisato: È dei miei genitori, ce l’hanno data per salire su a Milano.


Nel post precedente le parole di denuncia scritte da Parpiglia, dopo tutti i fatti che sono emersi dall’inchiesta di Selvaggia Lucarelli, pubblicata il 30 giugno. Il giornalista è stato preso in giro da Malika in diretta streaming poiché dall’intervista della Lucarelli la ragazza ha confessato che ha acquistato quel modello di auto per togliersi uno sfizio. Inoltre, dall’inchiesta si è venuti a conoscenza che, oltre la macchina, ha comprato anche un bulldog francese dal costo di 2500 €.

Oggi, Gaia ha chiarito, attraverso una storia su Instagram, la sua posizione nella vicenda:

All’inizio non sapevo se dire qualcosa sulla questione di Malika ma capisco, visto il casino, che la gente si chieda quale sia stato il mio ruolo nella vicenda. Letteralmente il mio ruolo è stato fare una storia perché ero felice di averla conosciuta per la prima volta. Ora mi fa strano leggere sui giornali che siamo grandi amiche quando nessuno mi ha chiesto che tipo di relazione avevamo io e Malika. L’avevo contattata per la prima volta dopo il servizio de Le Iene scrivendole un messaggio di solidarietà. L’ho incontrata il famoso giorno della Storia in macchina. Per di più pochi giorni prima dell’articolo di Selvaggia ci eravamo già tolte il follow da Instagram per altre incomprensioni. Quindi io non sono in contatto con Malika e non posso dare risposte a quello che sta succedendo.

Anche Tommaso, sempre attraverso una Instagram Story, è intervenuto ed ha scritto:

L’Italia si è unita in una raccolta fondi per aiutare una ragazza ripudiata dai suoi genitori in quanto omosessuale e di questo dobbiamo esserne fieri. Lei si è poi rivelata una persona torbida ma questo è un problema suo, non della beneficienza. Continuate a perorare le cause benefiche in cui credete.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *