financial-times:-“fondo-usa-interessato-alla-raffineria-siciliana-di-priolo-della-russa-lukoil”-–-il-fatto-quotidiano

Financial Times: “Fondo Usa interessato alla raffineria siciliana di Priolo della russa Lukoil” – Il Fatto Quotidiano

| 20 Settembre 2022

Un fondo di private equity statunitense sta valutando l’acquisizione della raffineria siciliana Isab di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa. Lo scrive il quotidiano britannico Financial Times. L’impianto è di proprietà della russa Lukoil e rischia di andare incontro a serie difficoltà dal prossimo dicembre quando entrerà progressivamente in vigore l’embargo europeo sul petrolio di Mosca. Il fondo interessato fa parte del gruppo Postlane Capital Partner e nel 2021 ha acquistato una raffineria di Shell ubicata in Danimarca. Rappresentanti del fono avrebbero già trascorso dodici giorni nell’impianto per condurre una due diligence.

Lo stabilimento siciliano è il più importante d’Italia e fornisce al paese oltre un quinto dei carburanti consumati. L”impianto dà lavoro a mille persone a cui si aggiungono 2.500 addetti nell’indotto. A differenza da quanto fatto dal governo tedesco che ha assunto il controllo di tre raffinerie di Rosneft, il governo italiano ha sinora sempre escluso l’opzione di nazionalizzare l’impianto. “Su Lukoil” di Priolo in Sicilia “siamo in contatto costante con il Mise, è una questione molto importante di filiera. La cosa migliore sarebbe una acquisizione internazionale, ovviamente non russa. Di nazionalizzazione non si è parlato. Ci sono delle cose che adesso stiamo seguendo”, ha detto stamane il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:

portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Stellantis, Mirafiori diventerà l’hub di economia circolare del gruppo. Ancora ignoto l’investimento

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.