festival-dell’archeologia,-a-tharros-arrivano-christian-greco-e-jacopo-cullin

Festival dell’Archeologia, a Tharros arrivano Christian Greco e Jacopo Cullin

Venerdì 22 luglio, nel magnifico scenario del Teatro di Tharros, nella penisola del Sinis, il “Festival letterario dell’Archeologia l’Isola dei Giganti – Un viaggio lungo tremila anni” presenta il primo dei due appuntamenti d’appendice della sua prima edizione.

Si parte alle ore 20 con Christian Greco, egittologo e accademico, direttore del Museo Egizio di Torino, che dialogherà con Sonia Borsato a partire da due opere letterarie, “Le memorie del futuro. Musei e Ricerca” (Einaudi) e “Tutankhamon” (De Agostini). L’evento è gratuito e si può prenotare tramite Eventbrite.

Sempre nel teatro di Tharros alle ore 21,30 l’attore e regista Jacopo Cullin si esibirà nello spettacolo “È inutile a dire!”. Realizzato in collaborazione con il Festival “Dromos”, l’evento è a pagamento (posto unico 28 euro più prevendita. Per prenotazioni www.boxofficesardegna.it). “È inutile a dire!” è uno spettacolo scritto da Cullin, capace di muoversi tra ironia e profondità, chiosando su alcuni tra i principali temi che caratterizzano il nostro tempo: fragilità umana, crisi dei valori, liquidità delle relazioni. In scena Cullin interpreta tre dei suoi personaggi più caratteristici (signor Tonino, Salvatore Pilloni e Angioletto Biddi ‘e Proccu), scelti per far riflettere con un sorriso davanti alle scelte esistenziali del nostro tempo.

“L’appuntamento di venerdì è un nuovo tassello letterario in chiave archeologica che arricchisce questa prima edizione del Festival L’Isola dei Giganti – spiega il presidente della Fondazione Mont’e Prama Anthony Muroni -. Attraverso queste occasioni puntiamo a valorizzare il territorio del Sinis  in maniera accattivante, con l’intrattenimento ironico e tagliente che si aggiunge a un approfondimento storico di civiltà solo apparentemente lontane tra loro”.

“Il Festival letterario dell’Archeologia procede nel segno della conoscenza e Tharros ancora una volta fa da sfondo a eventi che spaziano nella cultura dei popoli. La collaborazione con Dromos che parte dalla Fondazione Mont’e Prama e dal Comune, dà luogo sempre più a itinerari di bellezza, scienza e spettacolo, sapientemente uniti tra loro per un’offerta ricca nel vasto panorama dell’estate 2022” dichiara il sindaco Andrea Abis.

Leggi le altre notizie su www.cagliaripad.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.