Efsa, ok al consumo di larve gialle essiccate: l’insetto arriva anche nelle tavole italiane

efsa,-ok-al-consumo-di-larve-gialle-essiccate:-l’insetto-arriva-anche-nelle-tavole-italiane

Efsa, ok al consumo di larve gialle essiccate: l’insetto arriva anche nelle tavole italiane

È stata un’azienda francese a chiedere il via libera all’Efsa: incassato l’ok ora le larve gialle essiccate potranno arrivare anche sulle tavole degli italiani sotto forma di snack oppure come polvere utilizzata nella preparazione di biscotti o barrette proteiche. 

Il primo insetto che arriverà sulle tavole di tutta Europa sarà la larva gialle essiccata del tenebrione mugnaio, la tarma della farina per intenderci.

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (l’Efsa), con sede a Parma, lo ha dichiarato un alimento sicuro e ne ha autorizzato il commercio in tutta l’Unione Europea, Italia compresa. Nessun altro insetto fino ad ora era stato dichiarato commestibile a livello continentale.

In alcuni Paesi europei il consumo alimentare di insetti è già in vigore, ma dal 2018 la liberalizzazione di un prodotto alimentare è valido per tutta Europa con una procedura unica, quindi una volta ricevuto il via libera può essere commercializzato in Italia così come in Belgio, Olanda e Finlandia, paesi in cui c’è già una certa tradizione di consumo di carne di insetti.

È stata un’azienda francese a chiedere il via libera all’Efsa: incassato l’ok le larve gialle essiccate potranno arrivare anche sulle tavole degli italiani sotto forma di snack oppure come polvere utilizzata nella preparazione di biscotti o barrette proteiche.



I nuragici erano agricoltori e allevatori, seguivano una dieta varia e ricca, consumavano insetti, cuocevano i maialetti allo spiedo, preparavano sa “pezza imbinara” e non si facevano mancare cozze e ostriche. E non si tratta di teorie, ma di certezze dimostrate scientificamente. Vediamo come si nutrivano gli uomini dei nuraghi con l’aiuto dell’archeologo Mauro Perra.