ddl-zan,-draghi-e-vaticano:-“il-nostro-e-uno-stato-laico.-che-vuol-dire-tutela-del-pluralismo”

Ddl Zan, Draghi e Vaticano: “Il nostro è uno Stato laico. Che vuol dire tutela del pluralismo”

Ddl Zan, Draghi e Vaticano: “Il nostro è uno Stato laico. Che vuol dire tutela del pluralismo”

“Stato laico vuol dire tutela del pluralismo. Voglio puntualizzare una cosa, che si ritrova in una sentenza della Corte Costituzionale del 1989 – spiega il presidente del Consiglio -: la laicità non è indifferenza dello Stato rispetto al fenomeno religioso, la laicità è tutela del pluralismo e delle diversità culturali”.

Durante la replica in Senato il premier Mario Draghi  sgombra il campo dagli equivoci sul ddl Zan e sulla bocciatura del Vaticano che ha chiesto alcune modifiche al testo. “Il nostro è uno Stato laico”, dice Draghi

“Il Parlamento è sempre libero di discutere e non solo. Il nostro ordinamento contiene tutte le garanzie per rispettare gli impegni internazionali tra cui il Concordato. Ci sono controlli preventivi nelle commissioni parlamentari e successivi nella Corte costituzionale”, precisa.

“Stato laico vuol dire tutela del pluralismo. Voglio puntualizzare una cosa, che si ritrova in una sentenza della Corte Costituzionale del 1989 – spiega il presidente del Consiglio -: la laicità non è indifferenza dello Stato rispetto al fenomeno religioso, la laicità è tutela del pluralismo e delle diversità culturali”. “Infine, per completare l’informazione, ieri l’Italia ha sottoscritto con altri 16 Paesi europei una dichiarazione comune in cui si esprime preoccupazione sugli articoli di legge in Ungheria che discriminano in base all’orientamento sessuale. Queste sono le dichiarazioni che oggi mi sento di fare, senza entrare ovviamente nel merito della discussione parlamentare. Come vedete, il governo la sta seguendo ma questo è il momento del Parlamento, non è il momento dell’esecutivo”, conclude il premier.



Da quanto si apprende il lancio del 29 aprile è stato perfetto, ma dopo il lancio lo stadio del razzo è stato abbandonato nell’orbita e non darebbe più segni di vita. L’unica influenza che subisce è “il freno dell’atmosfera, che lo starebbe facendo ricadere verso la Terra.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *