contratto-de-vizia-in-scadenza-a-luglio-se-ne-parla-in-aula

Contratto De Vizia in scadenza a luglio se ne parla in aula

OLBIA. La commissione consiliare all’Ambiente tocca il traguardo della terza riunione in tre anni. All’ordine del giorno dell’incontro, convocato per questo fine settimana, c’è un tema delicato e rilevante, più volte sollevato in Consiglio dalle opposizioni: il nuovo bando per la raccolta dei rifiuti, in scadenza nel mese di luglio. L’argomento è stato anche già iscritto all’ordine del giorno del consiglio comunale del 28 giugno.

Il contratto con la De Vizia da 18 milioni di euro all’anno scadrà il prossimo mese. Il consiglio comunale dovrà decidere se prorogare l’attuale accordo con la società in attesa di pubblicare una nuova gara di appalto. «Sono contento e per niente stupito che finalmente, e solo dopo le mie reiterate richieste, si riunisca la commissione consiliare Ambiente – commenta il consigliere di “Liberi e uniti per Olbia”, Marco Piro –, la seconda convocazione in tre anni. Considerato che a specifica chiamata, la maggioranza ha risposto immediatamente, chiedo che la stessa commissione venga convocata a breve termine anche per discutere della acquisizione e del progetto di rilancio del Parco fluviale di Padrongianus un tempo fiore all’occhiello della Provincia e oggi abbandonato. Il passaggio al Comune mi risulta sia fermo proprio per l’inattività amministrativa di questa maggioranza».

Piro aveva più volte ricordato in aula il ruolo del consiglio comunale sul tema della raccolta differenziata e sollecitato più volte la convocazione della commissione Ambiente per iniziare una discussione la più ampia possibile. I tempi però sono strettissimi, tali da non consentire nemmeno integrazioni o modifiche alla proposta della maggioranza. «Spetta alla commissione una prima analisi e poi al consiglio decidere le linee di indirizzo del bando più importante del comune che ha tra l’altro rilevanti effetti sulla comunità – conclude il consigliere Piro che in passato ha ricoperto l’incarico di assessore all’Ambiente –. Non mancherà di certo l’apporto dell’opposizione».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *