cagliari,-paura-al-cep:-maniaco-palpeggia-una-ragazza-e-le-mostra-le-parti-intime-–-casteddu-on-line

Cagliari, paura al Cep: maniaco palpeggia una ragazza e le mostra le parti intime – Casteddu On line

Ha aggredito all’improvviso due ragazze giovani. È sbucato  alle loro spalle e dopo aver paleggiato una delle due si è abbassato i pantaloni mostrando a entrambe i genitali. È accaduto due giorni fa al Cep.

La vicenda la racconta Anna (nome di fantasia della giovane aggredita) diciottenne che si trovava assieme alla cugina, sua coetanea, alle tre di notte nel campo dietro i palazzi di via Flavio Gioi, per portare il cagnolino a fare due passi. “Nessuno aveva potuto accompagnarlo prima e così abbiamo fatto tardi”, spiega, “mentre camminiamo scorgiamo un uomo incappucciato: aveva una bandana verde in testa e una mascherina nera, un giubbotto invernale nero e i pantaloni grigi o neri. Ma era buio purtroppo e non siamo riuscite a vedere meglio. Quest’uomo ci stava seguendo da ore, perché già verso l’una di notte sempre dello stesso giorno siamo andate sempre a fare una passeggiata. All’improvviso ci siamo girate e abbiamo visto quest’uomo, sempre incappucciato, ma pensavamo fosse una persona che viveva  nelle vicinanze, invece poi abbiamo collegato che era sempre lo stessa persona che a quanto pare ci stava aspettando per avvicinarsi e attaccarci. Lo notiamo con la coda dell’occhio arrivare dietro di noi silenziosamente. All’improvviso sento che mi ha toccato nelle parti basse. Poi si presenta davanti a noi e ci mostra il suo membro con l’intento di commettere atti osceni. In quel momento”, aggiunge, “riusciamo a scappare. Lui tenta di raggiungerci ma poi desiste. Noi abbiamo chiamato la polizia”. La pattuglia arriva subito, ma del maniaco nessuna traccia, anche per i pochi dettagli che le due giovane sono riuscite a fornire ai poliziotti “Sappiamo  che è bianco per l’unica parte del corpo che dopo ha esposto davanti a noi”, aggiunge Anna, che racconta l’accaduto “per avvertire le persone, in particolare i residenti del Cep e dintorni”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.