cade-dallo-scooter,-grave-51enne

Cade dallo scooter, grave 51enne

SASSARI. Un uomo sassarese di 51 anni Gian Luca Sechi è ricoverato in condizioni gravissime nel reparto di rianimazione del “Santissima Annunziata”, la prognosi è riservata. Il 51enne era rimasto coinvolto in un incidente nella tarda serata di martedì 8 giugno mentre alla guida di uno scooter Aprilia procedeva in via Deffenu: all’incrocio con via Civitavecchia l’improvvisa caduta per cause che ancora sono in fase di accertamento da parte della polizia locale. In un primo momento l’uomo era stato trasportato in ospedale a bordo di una ambulanza del 118, era entrato nella struttura sanitaria con codice giallo. Le sue condizioni però si erano aggravate con il trascorrere delle ore, tanto che poi si era reso necessario il trasferimento urgente nel reparto di rianimazione. Per due giorni gli agenti della polizia locale – impegnati nei rilievi dell’incidente e nella ricostruzione della dinamica per l’accertamento delle eventuali responsabilità – avevano tentato di contattare il 51enne in ospedale e solo dopo una consultazione con i dirigenti della struttura sanitaria si è scoperto che Gian Luca Sechi era ricoverato in rianimazione in condizioni gravissime.

Sull’episodio è stata aperta una inchiesta che è stata affidata al sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale di Sassari Ermanno Cattaneo. Lo scooter Aprilia Scarabeo sul quale viaggiava il ferito è stato messo sotto sequestro giudiziario e attualmente si procede contro ignoti per il reato di lesioni stradali gravissime. Secondo le prime ricostruzioni degli agenti della polizia locale, l’incidente si è verificato intorno alle 21.30 dell’8 giugno in via Deffenu all’incrocio con via Civitavecchia. Lo scooter guidato da Gian Luca Sechi proveniente da via Amendola viaggiava in direzione di San Giuseppe. All’altezza dell’incrocio con via Civitavecchia, il conducente ha perso controllo del mezzo ed è stato proiettato sulla carreggiata mentre la moto ha scarrocciato e ha finito la corsa oltre l’incrocio.

Gli accertamenti della polizia locale dovranno chiarire se l’auto (ce n’erano due che provenivano dalla direzione opposta come risulta anche dalle immagini di alcune telecamere) che svolta in via Civitavecchia urta la moto o se, invece, l’autista si è trovato già lo scooter e il suo conducente a terra.

C’è da dire che le persone che si trovavano alla guida delle auto e anche un testimone presente in quel momento sul posto hanno provveduto a dare immediatamente l’allarme e a fare intervenire i soccorsi: sono arrivati subito gli operatori del 118, gli agenti della polizia locale e i vigili del fuoco. Il ferito, classificato in codice giallo, ha risposto alle domande dei soccorritori ed è giunto cosciente in ospedale.

Le sue condizioni, però, si sarebbero aggravate più tardi, pare a causa di una emorragia cerebrale e i medici ne hanno disposto l’immediato trasferimento in rianimazione dove si trova ricoverato dalla notte di martedì 8 giugno. Le condizioni di Gian Luca Sechi sono gravissime.

L’attività investigativa sviluppata dagli agenti della polizia locale è finalizzata a chiarire la dinamica dell’incidente. Dai filmati si vedrebbe l’arrivo della moto e – dalla parte opposta – le luci delle due auto, una delle quali svolta in via Civitavecchia dove poi Gian Luca Sechi viene trovato a terra con lo Scarabeo Aprilia ben oltre l’incrocio. É fondamentale chiarire le circostanze della caduta (stabilire se c’è stato contatto tra l’auto e la moto, oppure se la caduta è avvenuta al momento della svolta, magari per una sbandata). L’inchiesta è in corso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *