ascot-2021,-e-il-giorno-della-regina-elisabetta

Ascot 2021, è il giorno della regina Elisabetta

Ascot 2021, è il giorno della regina Elisabetta

Sfoglia gallery

Al quinto giorno di corse, finalmente, è arrivata all’ippodromo del Berkshire, pronta per il suo evento preferito. L’ha saltato solo una volta, a causa della pandemia, in 68 anni. Oggi corrono quattro dei suoi cavalli: Reach For The Moon, Tactical, Light Refrain e King’s Lynn

Al quinto giorno di corse, finalmente, è arrivata all’ippodromo del Berkshire: Elisabetta II ha fatto il suo ingresso all’evento che più ama: Royal Ascot. Cappellino d’ordinanza, tailleur pastello nei toni del verde, la regina ha inaugurato il pomeriggio alle 2 in punto (ora britannica) con la consueta parata in macchina. In sessantotto anni, Sua Maestà era stata assente solo una volta, lo scorso anno, quando a causa della pandemia le corse erano state solo virtuali.

I suoi quattro cavalliReach For The Moon, Tactical, Light Refrain e King’s Lynn – gareggeranno tutti nel corso della giornata.

Nei giorni scorsi, la famiglia reale si era presentata in forze ad Ascot: dal principe Carlo insieme alla duchessa di Cornovaglia fino a Mike e Zara Tindall, che hanno fatto la loro prima apparizione pubblica dalla nascita del figlio Lucas lo scorso marzo, e poi ancora la principessa Anna, il principe Edoardo e Sophie Wessex.

Sorridente e d’ottimo umore, Sua Maestà, 95 anni, si è fermata a chiacchierare con diversi ospiti, prima di prendere posto nel royal box. Si tratta, del resto, di un’uscita che la rende particolarmente felice, dopo le difficoltà dell’ultimo periodo. Il lungo lockdown, i malumori con Harry e Meghan, ma soprattutto la scomparsa dell’amato marito Filippo.

Elisabetta lo scorso aprile ha osservato 15 giorni di lutto, per poi decidere di riprendere gli impegni ufficiali. La corona sempre al primo posto, come avrebbe voluto anche il duca di Edimburgo, per oltre 70 anni la «roccia» su cui aggrapparsi e da cui trarre forza. Così, lo scorso weekend, la regina ha partecipato anche al G7 di Carbis Bay, per poi incontrare il giorno successivo il presidente americano Biden al castello di Windsor. Un té col presidente. Per lei, il dodicesimo. Un altro record per Sua Maestà, che oggi a Windsor spera di portare a casa anche una vittoria.

La sovrana ad andare a cavallo ha imparato da piccola, quando a 4 anni le è stato regalato un pony Shetland. Da allora monta all’amazzone, e ha sfilato nelle occasioni più importanti. La royal scuderia di Elisabetta II è una delle più famose del Regno. Secondo la CNN, è l’undicesima proprietaria più vincente (e ricca) nella storia delle gare britanniche: dal 1988 (anno zero per le statistiche) a oggi ha guadagnato 6.7 milioni di sterline, che equivalgono a circa 7.5 milioni di euro. «Lilibet» è solita montare ancora in sella nel parco della residenza di Balmoral, la sua tenuta di campagna in Scozia. E ogni mattina legge il Racing Post, che si occupa esclusivamente di cavalli e corse. Del resto, dal 1953 in avanti tiene le redini del Regno Unito, e non ha nessuna intenzione di cederle.

LEGGI ANCHE

«Meghan non è prepotente», dentro la litigata più feroce tra William e Harry

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *