al-dentista-sfugge-l'ago-del-trapano-e-finisce-in-gola-alla-paziente

Al dentista sfugge l'ago del trapano e finisce in gola alla paziente

Al dentista sfugge l'ago del trapano e finisce in gola alla paziente

Al dentista sfugge l’ago del trapano e finisce in gola alla paziente (foto Ansa)

Avete paura del dentista? Allora forse è meglio non continuare a leggere. Ad un dentista di Matera, durante un intervento, raccontano le cronache, è sfuggito un ago. Ago che è scivolato nella gola della paziente, una 45enne. L’ago ha poi terminato il suo viaggio attraversando la trachea e incuneandosi nel bronco inferiore del polmone di destra. La 45enne, trasportata e ricoverata d’urgenza all’Ospedale Giovanni XXIII di Bari è stata subito intubata e sottoposta a un’endoscopia per la rimozione del corpo estraneo. 

Vi sembra strano un ago? C’è di peggio

”Il caso dell’ago per la devitalizzazione è solo l’ultimo in ordine di tempo: negli ultimi mesi siamo intervenuti per rimuovere un molare, un chiodo messo in bocca da un operaio e finito nei bronchi a seguito di un colpo di tosse, un chicco di uva inalato da un anziano 80enne e persino una moneta di 5 centesimi inalata da un paziente psichiatrico”, spiega in una nota il professor Giuseppe Marulli, direttore dell’unità operativa complessa di Chirurgia toracica.

“La maggioranza dei casi, tuttavia, riguarda i bambini con pezzetti di plastica di giocattoli inadatti all’età o con corpi organici come mandorle e noccioline che non dovrebbero essere dati da mangiare a bambini molto piccoli: tra i pazienti pediatrici recentemente abbiamo trovato e rimosso una lampadina di un telefonino giocattolo”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.